Uno slogan che capeggia in tutte le parti della le città, nei negozi, sulle locandine, nell’aria. E’ “Lasciati abbracciare” le parole con cui  Tortona ha accolto giovani musicisti provenienti dai Conservatori più prestigiosi,  che hanno iniziato a trasformare la città in una laboratorio musicale a cielo aperto.

E’ iniziato ieri sera con un concerto nel Chiostro del Museo diocesano con musica cameristica a cura dei partecipanti ai laboratori musicali. e proseguirà nei prossimi giorni.


I laboratori musicali che coinvolgono studenti e professionisti provenienti da tutta Italia (Cremona, Roma, Firenze, Milano, Torino, Genova, ecc.), sono un evento innovativo. Non il classico “masterclass” (un musicista, molti allievi), ma una vera e propria “comunità di artisti”, proprio come le antiche botteghe degli artisti ed artigiani che hanno fatto bella l’Italia dei Comuni. Un evento quindi di socializzazione, di comunità, di territorio. Uno spazio nel quale il territorio stesso si incontrerà con la musica. La musica colta, “forte”, verrà messa “nelle mani” della gente, aprendo questi laboratori ai bambini ed alle Associazioni di volontariato, non solo culturali.

Mentre scriviamo si stanno realizzando laboratori musicali con un gruppo di professionisti di Quartetto d’archi provenienti dai più prestigiosi Conservatori italiani e 20 studenti dei Conservatori avviati alla carriera concertistica. I professionisti e gli studenti condividono spazi e tempi comuni, vivendo l’esperienza della “bottega” artigiana di un tempo.

Stasera, mercoledì è in programma un secondo grande avvenimento alle 21 al teatro Civico per il concerto interculturale dal titolo  “Francesco e la Pace tra i popoli” al quale sono invitate le autorità religiose di Tortona, compresi i rappresentanti della comunità islamica, ortodossa, sinti. Parteciperanno anche alcuni profughi ospitati a Tortona, i quali porteranno anche il loro contributo musicale. Inoltre saranno presti alunni delle scuole tortonesi e bambini delle scuole primarie che verranno coinvolti in esecuzioni musicali con strumenti realizzati con le loro stesse mani. Il Concerto stesso (insieme agli altri della settimana) verrà presentato dagli studenti, senza l’apporto degli adulti.

Il concerto, come tutti gli avvenimenti in programma sarà ad ingresso gratuito grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona che sponsorizza tutto l’evento.