I Carabinieri della Stazione Alessandria Principale hanno denunciato per violenza privata e danneggiamento aggravato un cittadino italiano di 38 anni, pregiudicato. A metà settembre si presentava presso la caserma di piazza Vittorio Veneto una donna che denunciava ai militari un fatto accadutole il giorno prima, quando alla guida della sua auto aveva una discussione con un automobilista che a suo dire avrebbe occupato entrambe le corsie di un viale.

[wp_bannerize_pro orderby="random" categories="322"]

Quando la donna gli suonava, l’uomo si alterava insultandola più volte attraverso i finestrini aperti, minacciandola anche di investirla con il suo veicolo. La donna cercava di allontanarsi visto l’atteggiamento aggressivo dell’uomo, ma quest’ultimo con la sua auto sorpassava a destra un’altra auto e la affiancava, gesticolando in maniera volgare verso la donna. La vittima, capito che l’uomo stava diventando pericoloso visto il suo comportamento assolutamente esagerato per una banale discussione legata a problemi di viabilità, cercava di cambiare strada, ma veniva superata dall’auto dell’uomo che fermava il veicolo in mezzo alla strada in modo da bloccarle il passaggio e il conducente scendeva per andarle incontro, raggiungendo la portiera lato passeggero. L’uomo afferrava la maniglia della portiera con forza fino a romperla e bussava sul vetro del finestrino dicendo alla donna di aprire, visto che la donna si era chiusa in auto per la paura. La donna a quel punto contattava le forze dell’ordine e l’aggressore, vedendo che la donna telefonava chiedendo aiuto, si allontanava di fretta. Ma la donna aveva ormai visto e comunicato il modello e la targa del veicolo, dati utilissimi per risalire all’autore del fatto. Infatti, dopo la denuncia della donna, le veniva mostrato un fascicolo fotografico che comprendeva anche la foto del proprietario del mezzo il quale veniva riconosciuto come l’autore del fatto, venendo denunciato all’Autorità Giudiziaria per quanto commesso.