Edward Luttwak economista ed esperto di strategia militare, analista
del Center for Strategic and International  Studies, Consulente del
Consiglio di Sicurezza Nazionale presso il Dipartimento di Stato e membro  per
le *Politiche Fiscali e Monetarie*. del Ministero del Tesoro statunitense,
sarà domenica 11 settembre in visita al Marengo Museum di Spinetta Marengo
e, presso *l’Auditorium del complesso museale, sarà ospite, alle 16,30  di
un incontro organizzato del Centro Studi e Ricerche  U. Rattazzi che ha la
propria sede proprio nell’area di Marengo.*

Luttwak è ospite per qualche giorno  di amici presso una storica villa nei
pressi di Alessandria che fu abitazione e quartier generale di Napoleone
alla vigilia della battaglia di Marengo. Definito  una delle menti più
lucide della politica internazionale,  oltre a testi di politica ed
economia è autore di testi di strategia militare, anche napoleonica,
pertanto durante la visita alla nostra città  non poteva mancare una tappa
al Museo che raccoglie e conserva al suo interno reperti e cimeli
dell’epoca accanto ad opere realizzate da artisti contemporanei.


L’incontro  all’Auditorium con il Centro Studi Urbano Rattazzi,  che ha
organizzato l’evento, sarà un momento di confronto e intervista con
l’inventore della “geoeconomia” mondiale ma sarà anche il momento della
riflessione.  Infatti, esattamente 15 anni fa, con l’attacco alle torri
gemelle di New York, il mondo cambiava, strategie di guerre e di pace
sembrano sovrapporsi in questi anni ad altre strategie, quelle  economiche
e mai come oggi la *geoeconomia,* come la chiama Luttwak, parla di un
capitalismo globale non più vincolato a ideologie e frontiere  e con la
marginalizzazione  del potere militare il conflitto tra gli Stati si
esprimerà necessariamente sempre più  sul piano economico la cui logica
competitiva è sempre quella della guerra, ma quella dell’economia, quella
ai mercati globali, in un approccio «strategico-militare» all’economia
internazionale stessa  che diventa un nuovo sconosciuto sinistro campo di
battaglia.