“Ci hanno criticato accusandoci di essere in ritardo di poche settimane, ma in realtà il ritardo è di oltre 40 anni e non è colpa nostra perché certi lavori andavano fatti prima.”

Così gli amministratori comunali di Diano Marina hanno replicato a chi li accusa di non aver ancora terminato i lavori di ristrutturazione della storica Villa Scarsella, ma la giustificazione è molto semplice: è necessaria una riunione con la Soprintendenza per decidere che tipo di serramenti installare, se quelli moderni con doppi e tripli vetri e chiusura ermetica oppure sistemare quelli esistenti.


Il Comune preme per la prima soluzione ma non è detto che venga accolta dal Ministero.

Ad ogni modo i ponteggi che avvolgono l’edificio verranno smontati solo a fine anno.