Una petizione sottoscritta a suo tempo da 500 dianesi aveva messo in evidenza il problema dell’antenna della telefonia mobile installata nei pressi del campo sportivo di calcio; problema tornato d’attualità in questi giorni con un’interrogazione del consigliere di Minoranza Michele Calcagno che facendosi portavoce di numerose persone, ha chiesto al sindaco lumi sulla sicurezza dell’antenna, visto che si stanno effettuando dei lavori  e tante persone sono preoccupate per un aumento delle emissioni.

Giacomo Chiappori non si è fatto pregare: “Non c’è nessuna emissione di onde elettromagnetiche fuori dai limiti di legge – ha replicato  il sindaco di Diano Marina – noi abbiamo dato in concessione l’area per posizionare un antenna a norma di legge e tutte le autorizzazioni sono ok. Non siamo dei matti che mettiamo a rischio la salute dei nostri figli visto che il campo sportivo lo frequentano. Mi sono informato e i lavori che vengono effettuati riguardano il cambiamento fra vecchia e nuova tecnologia.”


Chiappori ha preso informazioni anche sulla situazione generale che riguarda le antenne di telefonia mobile presenti sul territorio comunale: “Ce ne sono diverse – conclude – due delle quali a soli cento metri di distanza dal quella nei pressi del campo sportivo e altre su terreni privati.”

La situazione dovrebbe essere a posto anche per le situazioni dei privati ma è evidente che in consiglio si è discusso solo sull’antenna del Comune e chissà perché non anche delle altre antenne.