Domenica 25 settembre, ore 5,40 periferia di Tortona: nei pressi delle colline spari di alcuni cacciatori rompono il silenzio. Sembrano estremante vicini alle abitazioni. Una nostra lettrice si alza dal letto e si affaccia alla finestra: “hanno continuato – dice – e preoccupata perché mi sembravano troppo vicini alle abitazioni  ho telefonato alla sezione venatoria, alla Guardia forestale forestale, ai Carabinieri e alla segreteria dei Vigili urbani. Non si può sparare a 200 metri dalle case.”

“Poi come se non bastasse – aggiunge la lettrice – aveva perso il cane e continuava a chiamarlo col fischietto. Non solo ma quattro cacciatori erano nel vigneto di un mio vicino.  I carabinieri sono arrivati subito e la persona della che mi ha risposto al telefono della venatoria mi ha detto che a Tortona domenica mattina  i cacciatori erano scatenati e che avevano già ricevuto molte telefonate come la mia!”


La lettrice ha testimoniato l’episodio con la foto che pubblichiamo dalla quale si vede il fumo dei fucili vicino alle case.

A quanto apre, però non sarebbe l’unico: a Momperone un’altra lettrice afferma di aver visto cacciatori nel prato dietro la loro casa, molto vicini alla recinzione: “Anche noi abbiamo chiamato i Carabinieri – dice – ma ci hanno detto che le pattuglie erano già tutte fuori per segnalazioni uguali…

Cacciatori vicino alle case sono stati notati anche in strada Alabraida, a sud di Tortona dopo la madonna della Guardia: resta da vedere se effettivamente rispettavano la distanza prevista dalle norme e questo noi non possiamo saperlo.