Ad accorgersi delle fiamme è stato un vicino di casa, alle 5,30 di stamattina, domenica, che ha visto bruciare  un fabbricato lungo la strada provinciale 130 (nella foto tratta da google maps) situato a pochi metri di distanza dalla carreggiata e ha dato l’allarme.

Sul posto sono tempestivamente intervenuti i Vigili del fuoco del Distaccamento di Tortona coadiuvati da un’autobotte proveniente da Alessandria che hanno subito iniziato a gettare acqua sul fuoco. L’incendio, scaturito per cause ancora in corso di accertamento ma probabilmente accidentali, ha distrutto il motocarro parcheggiato al pianterreno dell’edificio e poi ha raggiunto il piano superiore dov’era stoccato fieno e paglia ma in minima quantità.


Secondo la prima sommaria ricostruzione, le persone che abitano nella casa vicino e proprietarie dell’immobile, non si sono accorte di nulla e  sono state svegliate dall’arrivo dei pompieri.

I Vigili del fuoco hanno lavorato fino ad oltre le 8 del mattino per domare le fiamme. Ingenti i danni: il tetto dell’edificio è crollato e sono andati distrutti tutti gli attrezzi che si trovavano all’interno fra cui, appunto, il motocarro.

L’abitazione, che per fortuna era staccata di qualche metro dallo stabile non ha subito danni, ma i Vigili del fuoco manderanno una nota al sindaco di Costa Vescovato affinché dichiari l’inagibilità dell’edificio.