Stipulato accordo tra Comune e Cociv per la realizzazione della strada che collega la alla strada statale 211.

 

La tangenzialina di Pozzolo Formigaro, unitamente alla strada di cantiere, sarà realizzata per consentire ai mezzi di Cociv di non attraversare il centro abitato. È questo il risultato dell’accordo formalizzato nel Protocollo di Intesa sottoscritto questa mattina nella sede della Provincia di Alessandria dal Sindaco di Pozzolo Domenico Miloscio, il Consorzio Cociv rappresentato dal suo AD Ettore Pagani, dal Commissario Straordinario Iolanda Romano, dal Presidente della Provincia di Alessandria Rita Rossa, con il visto dell’Assessore ai Trasporti Infrastrutture e Opere Pubbliche della Regione Piemonte Francesco Balocco e dal Provveditore alle Opere Pubbliche Roberto Ferrazza.


Nell’accordo Cociv si impegna a realizzare, nell’arco di un anno, a favore del Comune di Pozzolo Formigaro un tratto di strada lungo circa due chilometri adeguando l’attuale via Frascheta facendosi carico dei costi di realizzazione e di quelli di manutenzione per 5 anni.

Questo intervento è stato ottenuto dal Comune in sostituzione della realizzazione del casello autostradale, casello che era stato richiesto al fine di raccordare la cava Romanellotta al tratto autostradale. Tale soluzione, di fatto è stata superata dalla previsione di una strada di cantiere che Cociv realizzerà a servizio dei suoi camion e che garantirà comunque l’assenza di traffico pesante su strade comunali.

Per la costruzione della strada di cantiere Cociv necessita di un anno di tempo e per tale motivo ha chiesto al Comune di sospendere, per il periodo necessario, l’ordinanza che impediva il transito ai mezzi di Cociv nella zona industriale.

Siamo soddisfatti del risultato ottenuto – ha dichiarato il sindaco di Pozzolo Miloscio-. La realizzazione della tangenzialina era prevista nel nostro PRG da oltre 30 anni. La nuova strada servirà a convogliare il traffico che si sposta da Novi a Tortona e viceversa senza attraversamenti del centro abitato. A differenza del casello che sarebbe stato smantellato a fine lavori, questa tangenziale rimarrà a servizio del Comune e del territorio.  Ringrazio tutti i soggetti che hanno consentito il raggiungimento di questo importante e non facile risultato, il Commissario Romano, l’Assessore Balocco, il Presidente Rossa e il Provveditore Ferrazza.”

Apprezzamento per il metodo che ha portato alla sottoscrizione dell’accordo è stato espresso da tutti gli intervenuti che hanno auspicato che il dialogo rappresenti la regola nella gestione delle varie partite che riguardano i lavori del Terzo Valico.