I militari della Compagnia di Acqui Terme, nel trascorso weekend, hanno posto in essere un servizio straordinario di controllo del territorio al fine di infrenare i reati contro il patrimonio e il fenomeno della guida in stato di ebbrezza. Nel corso della stagione estiva, e quindi di sagre e fiere in diversi centri della giurisdizione, è apparso opportuno anche aumentare il controllo nei principali centri cittadini. Al servizio ha partecipato personale del Nucleo Operativo e Radiomobile e delle Stazioni dipendenti. Complessivamente venti i militari impiegati nelle località della giurisdizione con particolare attenzione ai locali che, di sabato sera, divengono normale luogo di aggregazione per la popolazione ed ai centri ove insistevano fiere e sagre quale Carpeneto e la sua “Notte Magica”

Complessivamente sono quindici i soggetti deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Alessandria nel corso del servizio posto in essere, cinque le patenti ritirare, oltre 20 i grammi di sostanze stupefacenti sequestrate.


Nel corso del servizio, mediante l’ausilio degli etilometri in dotazione, tre sono state le persone denunciate per guida in stato di ebbrezza: il loro tasso alcolemico era superiore ai 0,80 g/l. In un caso, peraltro, il soggetto aveva un tasso alcolemico pari a 1.84 g/l quindi oltre due volte il limite. Per tutti è scattato il ritiro della patente di guida.  Due soggetti sono stati segnalati in Prefettura per ubriachezza molesta. Palesemente sotto l’effetto di alcolici avevano infastidito alcune persone che avevano chiamato i Carabinieri.

Una persona, all’atto del controllo, è stata trovata priva di patente perché revocata nel lontano 2010. È stato deferito per guida senza patente, mentre per un savonese è scattato il deferimento per sottrazione di cosa sottoposta a sequestro. Circolava a bordo della propria autovettura nonostante la stessa, diverso tempo prima, fosse stata sottoposta a sequestro perché priva di assicurazione.

Attenzione è stata posta anche ai soggetti sottoposti a misure di prevenzione. Per tre persone è scattato il deferimento in stato di libertà per violazione del divieto di ritorno. Si è trattato di un napoletano trovato ad Ovada e di due persone trovate ad Acqui Terme di cui una, una rumena proveniente dai campi nomadi di Genova e nota alle FF.PP. trovata ad accattonare di fronte ad un supermercato.

Cinque i soggetti stranieri deferiti per violazioni in materia di immigrazione. Si tratta di soggetti clandestini sul territorio nazionale o privi del necessario ed obbligatorio permesso di soggiorno.

Infine, per quanto concerne il contrasto allo spaccio di droga, sono stati otto i soggetti trovati in possesso di dosi di cocaina, marijuana o hashish e segnalati alla Prefettura di Alessandria per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti.

I servizi di controllo del territorio della Compagnia di Acqui Terme, stante la stagione estiva ormai iniziata, proseguiranno anche nelle prossime settimane, al fine di garantire una maggiore sicurezza alla cittadinanza.