Il personale della Polizia Stradale di Alessandria si imbattuta spesso in episodi di abbandono di cani e gatti  in autostrada, in casi di borse (con documenti e denaro) dimenticate all’autogrill, ma non era ancora accaduto che qualcuno lasciasse una bimba di pochi anni nel parcheggio adiacente il locale pubblico di un autogrill sull’A/26 dei trafori.

Sono ancora in corso gli accertamenti per meglio comprendere lo sviluppo dei fatti accaduti nella mattinata di qualche giorno fa. Di certo è che i genitori hanno dimenticato T.N., di anni 3, nel parcheggio autostradale.


Gli Agenti della Polizia Stradale di Ovada stanno vagliando tutte le possibili circostanze e molteplici possono essere le “giustificazioni” : la temperatura calda, il traffico, la tensione di giungere a destinazione.

Certo che, raggiungere quell’area di sosta e trovare quella pargoletta in lacrime chiusa in ostinato mutismo, ha dato un notevole impulso alle attività di ricerche dei familiari e di conforto per la piccola ad opera dei poliziotti.

Gli agenti si sono prodigati nel tranquillizzare la bambina, facendola giocare e distrarre, mentre, nel frattempo sono stati attivati tutti i canali di comunicazione tra le Forze di Polizia del Piemonte e della Liguria, oltre che a livello nazionale.

Il sistema ha funzionato alla perfezione ed i genitori, accortisi dopo un paio d’ore della mancanza della bambina, hanno contattato il numero unico di emergenza.

Dopo altre due ore la piccola è tornata tra le braccia del papà e della mamma, ma non ha abbandonato quella piccola bambola che le è stata donata dalla Polizia Stradale di Ovada e che ha stretto forte per tutto il tempo.

Ufficio stampa Questura di Alessandria