I militari della Stazione di Acqui Terme hanno deferito in stato di libertà, con l’accusa di truffa, D.F. 34anni, di Carmagnola, già noto alle Forze di Polizia.

Nella mattinata di sabato il D.F., , si è presentato presso l’abitazione di due anziani coniugi di Acqui Terme spacciandosi per poliziotto assieme ad un complice in via di identificazione che si è spacciato per tecnico del riscaldamento. Con un ormai collaudato modus operandi, i due sono riusciti a raggirare i due anziani e ad entrare nell’abitazione. Mentre il tecnico del riscaldamento fingeva di controllare la caldaia con i coniugi, il finto poliziotto ha fatto razzia dell’appartamento, portando via monili in oro e preziosi per un valore superiore ai 3000 euro. Le immediate indagini scattate da parte della Stazione di Acqui Terme hanno permesso di identificare il giovane, sia grazie ad alcuni filmati di videocamere di sorveglianza, sia grazie al riconoscimento fatto da una delle vittime.


Le indagini sono ancora in corso per addivenire all’identificazione del complice, mentre i Carabinieri invitano ancora una volta tutti i cittadini, specialmente gli anziani, a non aprire a sconosciuti di qualsiasi genere (anche se mostrano tesserini o si spacciano per operai di aziende di pubblico servizio) ma di chiamare sempre il numero di emergenza gratuito 112.