Questa mattina, mercoledì,  presso il Comune di Casale Monferrato si è svolto un secondo incontro, dopo quello di lunedì 6, sul tema relativo all’oncologia dell’Ospedale Santo Spirito.

 

Erano presenti: il Direttore Generale dell’ASL AL dott. Gilberto Gentili, il coordinatore dei Direttori dei presidi ospedalieri dell’ASL AL dott. Simone Porretto, il Direttore del Distretto di Casale Monferrato Dott. Massimo D’Angelo, il Direttore dei servizi infermieristici dott.ssa Maria Elisena Focati, il responsabile dell’ufficio tecnico dott. Giacomo Sciutto, il Sindaco di Casale Monferrato Titti Palazzetti, il Sindaco di Terruggia Giovanni Bellistri, il Sindaco di San Giorgio Monferrato Pietro Dallera, il vice Sindaco di Morano sul Po Paola Luparia in rappresentanza del territorio, la Presidente della Commissione Sanità del Consiglio Comunale Casalese Assunta Prato e il membro della stessa Commissione Sanità dott. Mario Botta.


 

Tema all’ordine del giorno il programmato trasferimento dei letti di oncologia alla struttura complessa di Medicina.

 

Dopo lunga articolata discussione, in cui i Sindaci hanno espresso le esigenze dei cittadini in proposito richiamando le assicurazioni dell’Assessore Regionale Antonio Saitta, il Direttore dell’ASL AL dott. Gilberto Gentili, dopo aver illustrato le norme regionali, ha accolto le richieste del territorio e ha assicurato che i letti di oncologia rimarranno nell’attuale sede; quanto al trasferimento provvisorio nel reparto di medicina durante il periodo estivo saranno ulteriormente analizzate tutte le possibili soluzioni che, pur garantendo i turni di ferie del personale, consentano la permanenza della degenza nel reparto di oncologia.

 

Il 15 e 16 giugno si terrà il concorso per nominare il primario.

 

Circa l’assunzione del personale infermieristico previsto per la nostra ASL AL i Sindaci ne hanno sollecitato il completamento; la dott.ssa Focati ha comunicato che con l’inizio del prossimo mese arriveranno le prime assunzioni.

 

Il dott. Sciutto ha dichiarato che entro luglio sarà pronto l’UFA (Centro per la preparazione dei farmaci antitumorali) e il laboratorio per la preparazione della Cannabis che servirà tutta la ASL AL.

 

In sintesi il reparto di oncologia sarà pienamente funzionante, dotato di un primario, di letti per la degenza, e del centro per la preparazione dei farmaci antitumorali e dell’UFIM (Unità di ricerca interaziendale).