Gli alunnni delle Classi Quinte della Scuola Primaria Ferrero di Alessandria (V Circolo) hanno concluso il proprio percorso di arte e immagine del corrente anno scolastico che si è dedicato, in particolare, all’analisi del patrimonio artistico-culturale di Alessandria.

 

Si tratta di un tema significativo per il quale l’Amministrazione Comunale — attraverso il Sindaco Maria Rita Rossa e l’Assessore al Sistema Educativo integrato Maria Teresa Gotta — ha inteso espimere un particolare riconoscimento concretizzato nel rendere proprio il Palazzo Comunale  di Alessandria l’autorevole “location” (fino al 30 giugno) per l’allestimento dell’esposizione degli elaborati artistici dei giovani studenti.


Oggi pomeriggio alle 16.00, molti alunni accompagnati dal Dirigente Scolastico Antonella Talenti, dai propri insegnanti e famigliari erano dunque presenti all’inaugurazione della “loro” mostra a Palazzo Comunale con pannelli espositivi che — posizionati sia presso lo “Scalone d’onore”, sia presso l’Atrio al Piano Nobile del Palazzo — oltre a rivolgersi agli studi grafici e alle rielaborazioni creative e musive sullo stemma della Città, hanno preso in considerazione anche gli “angoli bellidi Alessandria.

Gli studenti sono stati salutati dal Sindaco Maria Rita Rossa, dall’Assessore Maria Teresa Gotta e dal Presidente del Consiglio Comunale Enrico Mazzoni i quali hanno manifestato particolare apprezzamento per il percorso svolto e per la qualità, profondità e efficacia comunicativa degli elaborati artistici.

 

«Dalla “ricerca del bello” della nostra Città — hanno sottolineato il Sindaco Maria Rita Rossa e l’Assessore Maria Teresa Gottaal “bello” che gli alunni stessi si sono resi conto di poter creare nel percorso di conoscenza e partecipazione attiva per valorizzare interiormente Alessandria: è questo il valore profondo dell’esperienza compiuta. Ed è questa la ragione che l’esposizione a Palazzo Comunale intende testimoniare, mettendo in luce i percorsi artistici e personali che hanno portato i bambini delle classi quinte della Scuola Ferrero a proiettarsi davvero in prima persona nelle dinamiche storiche e culturali della nostra Città».

 

L’insegnante di arte e immagine, Elisabetta Siri, che ha seguito gli studenti nel proprio percorso artistico su questo tema, ha commentato in questi termini il senso della ricerca compiuta e della mostra che è stata allestita: «Gruppi di ricerca, fotografie e raccolta di immagini dell’Alessandria più antica sono stati i punti di partenza che hanno portato alla realizzazione di numerosi quadri ove sono evidenti le varie tecniche artistiche sperimentate dagli alunni nei cinque anni di primaria. L’arte del riciclo, sempre valorizzata nelle ore di lavoro in classe, ha inoltre trovato ampio spazio nella produzione delle cornici dei quadri. Forti del premio vinto a Novi Ligure partecipando gli scorsi anni al Concorso “Riciclo creativo, gli alunni hanno infatti utilizzato materiali di vario genere, contribuendo alla diminuzione della raccolta indifferenziata. Infine, è stata veramente importante per gli studenti la consultazione del libro “Alessandria dal 1900 al 1940 attraverso le immagini dell’epoca” del prof. Domenico Picchio che approfondisce per particolare efficacia lo studio dell’archeologia urbana e industriale di Alessandria».

 

«Si tratta di un’esperienza didattica — ha infine dichiarato Antonella Talenti, Dirigente Scolastico Reggente del V Circolo di Alessandria — caratterizzata da una profonda interdisciplinarità di approccio metodologico e di contenuti nella quale hanno trovato riscontro sia la dimensione estetico-creativa legata al disegno, sia quella storico-culturale e identitaria collegata all’approfondimento delle proprie radici civiche mediante lo studio dello stemma e del logo cittadino, sia infine la dimensione della corresponsabilità civica, con l’attenzione al riutilizzo di materiale già usati e di scarto e alla ricerca del bello grazie proprio al “riciclo creativo”».

 

 

Studenti, insegnanti e famiglie, dopo aver salutato il Sindaco Maria Rita Rossa, hanno avuto l’opportunità di fermarsi ancora insieme all’Assessore Maria Teresa Gotta a Palazzo Comunale per una breve visita sia alla Sala del Consiglio Comunale che alla Sala della Giunta.