Il Giardino Botanico “Dina Bellotti” di Alessandria, in via Giulio Monteverde 24 fa parte del “Gruppo Orti Botanici Italiani” e in esso — uno dei “cuori verdi” di Alessandria — la cittadinanza può vivere un’esperienza di prim’ordine a diretto contatto con la Natura.

Moltissimi visitatori già nel corso degli anni hanno avuto modo di apprezzare il Giardino Botanico (struttura gestita direttamente dalla Direzione Politiche Territoriali e Infrastrutture del Comune di Alessandria, in accordo con le direttive dell’Assessorato ai Lavori Pubblici, Patrimonio e Sport).


Negli ultimi sette anni le presenze sono più che triplicate: dai 1.964 visitatori nel 2009 ai 6.793 del 2015 con un’affluenza in crescendo che ha visto coinvolti sia gli studenti delle Scuole alessandrine (e non solo) per le visite didattiche all’Orto botanico (con un balzo nell’ultimo anno da 79 a ben 174 visite guidate), sia i moltissimi cittadini interessati alle proposte scientifico-culturali di complemento che arricchiscono l’offerta del Giardino Botanico Comunale.

Questi numeri e questo grande interesse verso il Giardino Botanico avevano già lo scorso anno indotto a promuovere la prima edizione di “Alessandria Green Week”: una settimana tra “Natura e dintorni” che ha riscontrato una tale affluenza di pubblico e un così grande coinvolgimento da non lasciare dubbi sull’opportunità di lanciare anche per il maggio 2016 la II edizione di “Alessandria Green Week”.

Il periodo in cui si articola questa seconda edizione è dal 20 al 29 maggio (con inaugurazione con le Autorità alle ore 19.00 e seguente apertura al pubblico alle ore 20.30 del 20 maggio).

Si tratta di una kermesse “a tutto tondo” che intende attirare ulteriormente la curiosità e la partecipazione all’interno degli spazi espositivi e didattici del Giardino di via Monteverde 24 ad Alessandria.

Dal mattino alla sera, infatti, studenti, appassionati di botanica, amanti della Natura, cultori delle osservazioni astronomiche così come quelli della coltivazione delle orchidee, interessati ai temi della salvaguardia ambientale così come coloro che sentono forte la correlazione tra alimentazione-salute e qualità delle colture agricole, giovani e meno giovani, mamme e nonni, soggetti diversamente abili, alessandrini e turisti di altre città… tutti avranno la possibilità di trovare, con ingresso libero, ampia soddisfazione per i propri interessi botanici e naturalistico-culturali facendosi coinvolgere nella suggestiva ambientazione di questo “gioiello verde” di Alessandria.

è proprio questo l’intento alla base di “Alessandria Green Week 2016” che scommette nel valorizzare ancora di più un servizio comunale che — grazie anche al diretto coinvolgimento di volontari (tra cui innanzitutto quelli di “RNA-Associazione Natura e Ragazzi”) — ha le caratteristiche per farsi apprezzare anche fuori dai confini regionali (con un occhio pure all’Unione Europea e al quasi-contemporaneo “Europa Green Week” in programma a Bruxelles dal 30 maggio al 3 giugno 2016 sul tema “Investendo per un futuro più verde”).

 

Tra gli eventi importanti di “Alessandria Green Week 2016” (sia per quantità di persone coinvolte che per rilevanza del tema) si segnala la “Marcia UNICEF per i Diritti dell’Infanzia” organizzata insieme al Comitato UNICEF di Alessandria: una manifestazione che — a compimento di una serie di inziative didattiche svolte durante l’anno sia a scuola che presso il Giardino Botanico — è in programma venerdì mattina 27 maggio con la partecipazione circa 400 studenti delle Scuole alessandrine che giungeranno proprio in via Monteverde 24 per concludere il proprio progetto di sensibilizzazione sui temi della Natura e del rispetto dell’Infanzia.

 

Sul fronte didattico e delle proposte formative direttamente rivolte alle Scuole, il Giardino Botanico — grazie alla collaborazione con “RNA” e Unicef — ha offerto quest’anno al corpo docenti cinque percorsi didattico-ambientali che hanno coinvolto gli studenti delle numerosi classi aderenti in attività articolate sui seguenti ambiti tematici:

  • Ø “D come Darwin” e “Tutti giù per terra” – che hanno posto l’accento sull’evoluzione e sulla comparsa delle forme viventi sulla Terra;
  • Ø “Guardiamoci intorno” e “Due passi in più” – che hanno condotto i ragazzi all’interno dei parchi cittadini stimolando l’osservazione delle peculiarità botaniche e inducendoli a riflettere sul fatto che il “verde” è un patrimonio che appartiene loro direttamente;
  • Ø “Olimpiadi botaniche” che, attraverso “giochi senza frontiere” e un “garden quiz”, hanno avvicinato gli studenti alle leggi naturali (la fotosintesi, l’accrescimento radicale, l’impollinazione) come se fossero loro direttamente i co-protagonisti dei processi vitali.

 

Infine, particolarmente interessante nell’ambito del ricco programma della seconda edizione, sarà la presentazione di un progetto che ha visto coinvolti i volontari di “RNA-Associazione Natura e Ragazzi” e il personale del Giardino Botanico nella realizzazione di una speciale voliera progettata e realizzata per essere gestita direttamente, nelle azioni di accudimento dei volatili in essa “allevati eticamente”, da soggetti con limitazioni psico-motorie, d’intesa con l’Associazione A.R.P.A. (Associazione per la Ricerca sulla Psicosi e Autismo) sezione di Alessandria.

A questo riguardo, va segnalata la sinergia istituzionale tra il Giardino Botanico, l’Associazione A.R.P.A. e l’Università di Siena (Dipartimento di Scienze storiche e dei Beni culturali e Ufficio Accoglienza Disabili e Servizi DSA). Se già durante l’importante evento “Abilitando” (Santa Croce di Bosco Marengo – settembre 2015) il Giardino Botanico aveva collaborato fornendo i vegetali per l’allestimento di uno speciale percorso sensoriale progettato e presentato dall’Università di Siena nel proprio stand, con la seconda edizione di “Alessandria Green Week” verranno poste le basi per lo studio di un percorso sensoriale di carattere permanente all’interno degli spazi del Giardino Botanico.