L’avvocato Marco Balossino concluderà il mandato di Presidente della Agenzia Territoriale per la Casa del Piemonte Sud nelle prossime settimane.

“Il mandato di realizzare un Ente unico in luogo dei tre precedenti che governavano le province di Alessandria, Asti e Cuneo – recita un comunciato dell’Atc – è prossimo al completamento: al termine di questa fase l’Ente sarà in condizione di procedere nella gestione, tenendo conto di quanto emerso in sede di revisione delle procedure e dei bilanci. Questa decisione è stata assunta poiché ragioni personali e professionali sopravvenute rendono problematico garantire l’impegno che il governo dell’Ente richiede all’esito del completamento del percorso di unificazione e di revisione.”


La voce delle sue dimissioni era circolata nei giorni scorsi dopo una riunione del Consiglio di Amministrazione dell’ente.

Da quando é stato nominato alla presidenza dell’Agenzia Territoriale per la Casa (Atc), Marco Balossino ha cercato di fare chiarezza e di portare alla luce gli annosi problemi che riguardano la gestione, tutt’altro che facile, delle moltissime case popolari situate nel basso Piemonte, abitate da migliaia di persone, molte delle quali non pagano l’affitto.

Una situazione gravissima che più volte, l’ex sindaco di Tortona ha messo in luce, evidenziando la grave carenza di mezzi con cui spesso è costretta ad operare l’Atc, dovuta anche e soprattutto, alla morosità degli inquilini, molti dei quali a livelli impensabili, soprattutto in provincia di Alessandria.

Balossino ha cercato di porvi rimedio e di avviare progetti ed interventi utili, ma purtroppo a volte la buona volontà di chi dirige può scontrarsi con una realtà diversa che impedisce di attuare idee e progetti.