La fretta è sicuramente una delle insidie principali per chiunque si muova in una stazione ferroviaria; non è un caso che adottare facili scorciatoie come l’attraversamento dei binari rappresenti un atto imprudente, attualmente individuato, a livello nazionale, quale una delle cause principali di investimenti mortali in ambito ferroviario.

Il Servizio Polizia Ferroviaria, particolarmente attento a tale problematica, lo scorso 3 maggio ha dedicato una giornata di controlli straordinari su scala nazionale per il contrasto del fenomeno.


Anche il Compartimento di Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta, con tutte le dipendenti articolazioni presenti sul territorio delle due regioni, ha effettuato servizi mirati nelle stazioni laddove si registrano maggiori criticità riferite a tali comportamenti.

Nella provincia di Alessandria i servizi sono stati effettuati, con maggior attenzione nelle ore caratterizzate dal flusso dei pendolari, nelle stazioni di Alessandria, Novi Ligure, Casale Monferrato, Tortona, Pontecurone e in ultimo Acqui Terme, dove gli agenti della Sezione di Polizia Ferroviaria di Alessandria hanno applicato una sanzione pecuniaria, per la somma di 16 euro ad un passeggero che ha attraversato i binari, in violazione al Regolamento di Polizia Ferroviaria.