Alla chiusura della gestione dell’esercizio finanziario il risultato complessivo dell’azione di governo, come desumibile dal Conto del Bilancio 2015, rileva un risultato di amministrazione positivo di € 4.188.180,63 di cui – € 1.062.852,38 destinati al fondo pluriennale vincolato per spese correnti (€ 494.501,29) e per spese in conto capitale (€ 568.351,09) che in base al principio di esigibilità introdotto dall’armonizzazione contabile sono imputate all’esercizio 2016; – € 2.316.386,40 accantonati a fondo crediti di dubbia esigibilità determinato in base al sistema semplificato con il metodo della media semplice; – € 808.941,85 vincolati in parte in applicazione di leggi e di principi contabili ed in parte derivanti da trasferimenti con vincolo di destinazione; – € 729,43 parte disponibile.

RISULTATI DI GESTIONE


Alla chiusura dell’esercizio 2015 si rileva altresì che: – la gestione di competenza chiude con un risultato positivo di € 785.263 – la verifica degli equilibri previsti dal D. Lgs. 118/2011 confermano, sia per la parte corrente che per quella in conto capitale, risultati positivi; – l’obiettivo programmatico del patto di stabilità 2015 è stato rispettato e pertanto non occorre adottare manovre correttive sul bilancio 2016. Alla chiusura dell’esercizio 2015, come illustrato nella relazione al rendiconto, sono state rilevate criticità con riferimento alla gestione di cassa, che, in conseguenza delle difficoltà di riscossione soprattutto per il recupero dell’evasione tributaria e per le sanzioni per le violazioni al Codice della Strada, hanno determinato un utilizzo dell’anticipazione di tesoreria non rimborsato di oltre 3 milioni, sebbene il massimo utilizzo e il costo per gli interessi sia stato inferiore rispetto al 2014. In linea generale si può affermare che il risultato positivo della gestione evidenzia, al termine dell’esercizio, la capacità del Comune di garantire, pur con le difficoltà evidenziate analiticamente nella relazione al rendiconto, il perseguimento dell’obiettivo dell’equilibrio di bilancio per tutta la durata dell’attività annuale. Il risultato globale positivo di € 4,188 milioni conferma la tenuta della situazione economico-finanziaria del Comune e consente una soddisfacente valutazione della capacità di autofinanziamento degli interventi di uscita consentiti dalla normativa vigente, pur in una situazione di rilevanti vincoli sulla possibilità di spesa pubblica e di criticità dei flussi di cassa, oltre alla situazione di incertezza legata al ricorso del MEF avanti al TAR con il quale sono state impugnate le delibere di approvazione di aliquote e tariffe da applicare dal 2015, adottate entro la data di approvazione del bilancio, ma oltre il termine fissato dalla legge e che al momento risultano non sospese ed efficaci, come indicato sul portale dell’Agenzia delle Entrate e del MEF. Tale circostanza ovviamente impone particolari cautele nella gestione finanziaria dell’Ente al fine di evitare situazioni di squilibrio del bilancio comunale o comunque condizioni che possano generare criticità di difficile soluzione