Il giorno 24 Novembre dalle ore 10 alle ore 14 si terrà un  presidio davanti ai cancelli della SCHIAVETTI LAMIERE FORATE  di Stazzano per protestare contro la decisione unilaterale dell’azienda di disdettare gli accordi in essere di contrattazione integrativa . Al presidio parteciperanno , oltre ai lavoratori e le RSU dello storico stabilimento di Stazzano anche le RSU degli altri stabilimenti metalmeccanici della provincia di Alessandria e la Segreteria Provinciale della FIOM CGIL.

I lavoratori della SCHIAVETTI hanno già effettuato 8 ore di sciopero nelle settimane precedenti per protestare contro gli atteggiamenti  unilaterali da parte dell’azienda che ha emesso regolamenti e mansionari aziendali senza coinvolgere le RSU e fatto comunicazioni scritte ai dipendenti da cui si evince che le difficoltà che sta attraversando l’azienda sono causate dai lavoratori.


Il cambio di relazioni sindacali è stato repentino se si considera che in Schiavetti negli anni passati si è sempre contrattato a livello aziendale e trovato accordi soddisfacenti sia per l’azienda che per i lavoratori e che questo ha consentito all’azienda di rimanere sul mercato nonostante la crisi.

L’atto di disdetta della contrattazione integrativa in un’azienda associata a Confindustria assume un significato grave e di valenza generale se si considera che è la prima volta che succede in provincia, da tutte le altre parti si sono sempre aperti  tavoli per affrontare i problemi o le difficoltà delle aziende che hanno consentito con il ricorso agli ammortizzatori e accordi anche transitori di superare questi anni.

Il fatto  che  un’azienda che ha chiuso anche il bilancio del 2014 in attivo  stia attuando un attacco così forte ai lavoratori e alla FIOM CGIL che li rappresenta , sembra in sintonia con il clima generale che in questo Paese ha individuato nel Sindacato e nei lavoratori la parte da “schiacciare” e a cui far pagare il prezzo della crisi.

Auspichiamo che le iniziative di lotta facciano capire alla proprietà che i lavoratori sono parte integrante dell’azienda e che solo con una discussione seria e corretta tra le parti si possono affrontare e risolvere i problemi .

Cgil – Alessandria 

22 novembre 2015