carabinieri QI Carabinieri di Alessandria in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere hanno arrestato Hassan Toukhami, cittadino marocchino di 30 anni, irregolare sul territorio nazionale perché privo di permesso di soggiorno, e Grazia Musso, di 42 anni, uscita da carcere circa due mesi fa entrambi sottoposti alla misura del divieto di dimora nel comune di Alessandria.

Il Toukhami e la Musso erano stati arrestati il 13 ottobre per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti rinvenute nella loro casa, peraltro occupata abusivamente, di via Gandolfi.


Inoltre, avevano opposto una strenua resistenza all’arresto altro motivo per cui erano stati arrestati. Quel pomeriggio vennero rinvenuti diversi involucri di stupefacente per un peso complessivo di circa 15 grammi di eroina e 11 grammi di cocaina e vario materiale per il confezionamento delle dosi. La donna, contrariata dalla perquisizione, inveiva contro i militari perché era uscita da poco dal carcere e lanciava alcuni bicchieri contro i militari che si infrangevano ma che fortunatamente non provocavano lesioni a nessuno. La donna strattonava i militari e cercava di morderli, ma veniva immobilizzata e ammanettata a fatica come anche il Toukhami che era intervenuto in aiuto alla donna, che è la sua compagna, cercando di colpire i militari con pugni, venendo anche lui immobilizzato e ammanettato.

Inoltre, il Toukhami era stato arrestato anche il 29 luglio di quest’anno e alla fine di giugno del 2014 sempre per spaccio di stupefacenti. Dopo l’ultimo arresto per entrambi era stata applicata la misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Alessandria che avevano ripetutamente violato come dimostrato dai numerosi controlli effettuati dai carabinieri del quartiere Cristo negli ultimi giorni. Considerato che i due in maniera ostinata erano rimasti indifferenti alle prescrizioni dell’Autorità Giudiziaria, che avevano espresso la volontà di rimanere nel comune e che vivono in una casa occupata in cui in più occasioni avevano svolto attività di spaccio di stupefacenti, il GIP del Tribunale di Alessandria aggravava la precedente misura disponendo la custodia cautelare in carcere per entrambi che venivano prelevati in abitazione nella mattina del 5 novembre. Il Toukhami veniva accompagnato al carcere Cantiello e Gaeta di Alessandria mentre la Musso veniva accompagnata nel carcere di Vercelli.

7 novembre 2015