falleti - EE’ stato ritirato l’esposto presentato alla Procura della Repubblica dal Consigliere Comunale, Emanuele Locci, relativamente all’assegnazione dell’incarico all’avvocato Gianni Abrile per il patrocinio legale di fronte al Tribunale di Alessandria – sezione lavoro. Lo ha annunciato durante il Consiglio Comunale attualmente in corso, l’assessore al personale, Claudio Falleti, in risposta all’interpellanza del consigliere Locci sull’argomento:

Sarebbe stato sufficiente effettuare fin da principio una verifica, ma il consigliere Locci ha preferito rivolgersi alla Procura con un esposto, salvo poi ritirarlo spontaneamente dopo aver verificato l’inesistenza di qualunque rapporto societario in essere tra me e l’avvocato Abrile. E’ stata fatta una strumentalizzazione negativa di questa vicenda, fra frasi dubitative ed allusioni, ponendo, in questi giorni, all’attenzione dell’opinione pubblica tanti interrogativi, volti ad indirizzare una risposta implicita che faceva presupporre un’assegnazione illecita. La procedura, invece, si è svolta in totale trasparenza e regolarità, con i pareri positivi dei dirigenti competenti compreso il responsabile dell’anticorruzione. Io e l’avvocato Abrile non siamo soci, un aspetto verificabile nell’albo degli avvocati e presso la Camera di Commercio dove le partite IVA sono differenti e non v’è alcuna associazione professionale come lo stesso Locci ha constatato.


Relativamente all’assegnazione dell’incarico da parte della Giunta, la professionalità del legale non è in discussione, essendo stato tra l’altro, nel lontano 2004, patrocinatore e vincitore di una causa, ripresa anche dai media nazionali, relativa al licenziamento di quattro dipendenti di Trenitalia”.

Comune di Alessandria

5 novembre 2015