doposcuola bimbi bambini - IBuon giorno Direttore,

vorrei approfittare ancora una volta del suo giornale per rendere pubblica una vicenda che ha dell’incredibile!


Sicuramente non servirà a modificare la situazione ma è giusto che anche i tortonesi che non sono a diretto contatto con la scuola sappiano ciò che succede.
Mi riferisco ad una delibera del Consiglio di Istituto del Comprensivo B (viale Kennedy) di qualche tempo fa, che ci è stata illustrata dalle insegnanti durante una riunione.

Ebbene, su proposta della Dirigente Scolastica e a maggioranza, a quanto pare, il Consiglio di Istituto ha deciso di non aderire all’iniziativa dei supermercati Esselunga che, attraverso buoni rilasciati per “tot” Euro di spesa, regala e ripeto regala materiale didattico alle scuole.

Raccolta che era già stata fatta l’anno scorso con l’Iper per un’iniziativa analoga; attraverso i buoni raccolti da noi genitori, alla scuola erano stati regalati computer, stampanti e quant’altro.
Motivo di questa decisione?

scuola comprnsivo B - Q

L’ingresso dell’istituto comprensivo B in Viale Kennedy

Che in questo modo la scuola farebbe pubblicità all’Esselunga a discapito degli altri supermercati!

Sul momento pensavo di non aver capito bene… quindi stiamo rinunciando a beni di primaria importanza per la scuola, e sappiamo tutti che si contano i fogli, per una goccia nell’oceano che può essere la spesa dei genitori del Comprensivo B?

Non ci posso credere! E il bello è che il Consiglio ha votato a maggioranza!

Ma signori a cosa pensate? Per fortuna si tratta del Consiglio uscente, abbiamo appena votato per il nuovo Consiglio, speriamo che pensi un po’ di più alla nostra scuola.

Vorrei aggiungere solo una cosa: io ho sentito l’impellente necessità di scrivere questo articolo, ma sono un qualunque genitore, come si suol dire ultima ruota del carro. Ho sentito moltissime lamentele “nei corridoi” su questa vicenda… ma perchè si accetta tutto passivamente? Perchè siamo capaci di fare la voce grossa solo nel nostro angolino con altri genitori che la pensano come noi?

Ma perchè la minoranza del Consiglio, i docenti, i rappresentanti di classe non hanno mosso un dito?

Magari appena adottata questa delibera si poteva fare qualcosa… adesso ormai la scuola non è iscritta per questa iniziativa e i nostri buoni sono finiti tutti nel cestino!
Gentile Direttore, con orgoglio posso dire che un’altra mia segnalazione ha cambiato le sorti di molte famiglie in questo Comprensivo, pur non avendo giovato a me direttamente; spero che anche in questo caso sia utile per il futuro.

Grazie mille per lo spazio concessomi!

Lettera Firmata 

La situazione sembra incredibile anche a noi, per questo abbiamo provato a telefonare alla scuola, per sapere qualcosa in più. Ci ha risposto la centralinista alla quale abbiamo chiesto conferma della notizia e lei ha replicato che era nuova e non sapeva nulla. Ha provato a passarci la segretaria. La prima volta, dopo diversi minuti di attesa é caduta la linea, la seconda abbiamo atteso inutilmente, poi la linea é ritornata alla centralinista, la quale l’ha ripassata alla segretaria, ma nessuno ci ha risposto. Per cui a questo punto, se la scuola desidera fare delle precisazioni, che ci scriva per email.

Ci auguriamo lo faccia in modo che spieghi le ragioni di questa scelta. 

17 novembre 2015