Giacomo Chirico

Giacomo Chirico

Si è aperta con la surrogazione del dimissionario Luigi Gambarotta, la seduta del Consiglio Comunale che si è tenuta ieri pomeriggio, venerdì 6 novembre; a subentrare è stato Giacomo Chirico, primo dei non eletti nella lista del Movimento 5 Stelle. Il neo Consigliere è anche entrato a far parte della Commissione Consiliare Opere Pubbliche, Viabilità e Trasporti, Protezione Civile, Polizia Urbana.

La riunione è proseguita con l’interrogazione in merito al danneggiamento di un immobile privato in strada Dragonara adiacente al cantiere Co.Ci.V, presentata dal Movimento 5 Stelle. Il Sindaco, Rocchino Muliere, ha risposto di aver disposto un intervento dei tecnici comunali immediatamente dopo aver ricevuto la segnalazione da parte dei proprietari. La relazione tecnica conferma l’ipotesi che le lesioni all’edificio, parzialmente espropriato da Rfi, potrebbero essere ricondotte all’intervento in corso per la realizzazione del cantiere relativo al Terzo Valico. Da un incontro con i responsabili del Co.Ci.V, è emersa la volontà di anticipare alcune opere, in particolare l’installazione di pannelli fono assorbenti per ridurre l’impatto acustico dei lavori.


Dopo il rinvio presso la Commissione competente della ratifica riguardante la seconda variazione al Bilancio di Previsione, si è passati all’interrogazione sugli eventi vandalici accaduti in città nei mesi scorsi presentata dal Movimento Civico Popolare di Maria Rosa Porta. Anche in questo caso la risposta è arrivata dal Sindaco. Muliere si è detto preoccupato per la situazione che diventa più difficile da gestire nei fine settimana, quando nel centro storico cittadino si registra la presenza di centinaia di giovani. Per questo motivo, l’Amministrazione ha prorogato l’ordinanza che limita gli orari di chiusura degli esercizi pubblici e ha garantito la presenza della pattuglia serale della Polizia Municipale per tutto il periodo estivo e nei fine settimana nel periodo invernale. «Purtroppo – ha precisato il Sindaco – il nostro organico è in sofferenza. Quest’anno andranno in pensione tre Vigili Urbani e le nuove assunzioni risultano difficili a causa delle limitazioni imposte dalla legge di stabilità. Contiamo sulla già ottima collaborazione con le Forze dell’Ordine per incrementare la presenza sul territorio. Infine, insieme all’Arma dei Carabinieri, stiamo effettuando un monitoraggio delle telecamere adibite alla videosorveglianza per migliorare ulteriormente il servizio».

7 novembre 2015