No tava ravarino -QAlla presentazione del libro inchiesta sul Terzo Valico “Terzo Valico.L’altra Tav” del giornalista Mauro Ravarino che si é svolta presso la Sala Romita del Comune di Tortona tanti cittadini ma erano assenti completamente le Istituzioni ed è stato un peccato perché durante la serata  si è fatto anche il punto della situazione pesante nel tortonese, tra cave coinvolte nel Terzo Valico, a partire dalla Montemerla, situata nel bel mezzo della città, tra case, scuole e centro commerciale, confermata nel piano cave come deposito per circa 1.700.000 metri cubi di smarino (con alto rischio di presenza di amianto) nonostante sia posta in area esondabile e nonostante l’alto inquinamento già presente in città.

Nel orso della serata é stata ricordata la vicenda deii rifiuti tossici interrati nelle cave del tortonese come svelato dall’inchiesta “Triangolo” – coordinata dalla Direzione Antimafia di Torino-sul traffico e lo smaltimento di rifiuti tossici tra basso Piemonte, Liguria e Lombardia, in cui sono coinvolti anche i gruppi Ruberto e Franzosi, che hanno operato pure all’interno dei cantieri del Terzo Valico, nonché i i bidoni sepolti lungo le sponde dello Scrivia negli anni ’80,  e le numerose cave sequestrate nella zona tra Tortona, Sale e Castelnuovo, oltre che gli idrocarburi sversati grazie ai furti ai danni dell’Eni.


Il libro di Mauro Ravarino, presentato dagli attivisti  no tav tortonesi ed anche da Antonello Brunetti,memoria storica del movimento no tav terzo valico, verrà presentato in tutta Italia e contribuirà a far conoscere meglio questa storia di scandali tutta italiana.

“La mobilitazione del popolo no tav- dicono gli attivisti del Comitato No TAV  Terzo VALICO Tortona – continua (venduti tantissimi libri ieri sera, un buon segnale) e il Comitato No Tav Tortona da’ appuntamento a tutti per una cena alle Valli Unite sabato 14 novembre ore 20, per raccolta fondi spese legali del Movimento No Tav Terzo Valico, e alle prossime assemblee di quartiere in tutta la città, a partire ancora una volta dall’Oasi per capire insieme come proseguire la lotta..non abbiamo nessuna intenzione di arrenderci, anzi!”

8 novembre 2015

Il pubblico presente

Il pubblico presente