Ci sono tanti problemi nelle frazioni tortonesi: di sicurezza, soprattutto, ma anche per la raccolta dei rifiuti e molti altri.

E’ emerso durante l’assemblea dei frazionisti presso la sede della SOMS Vhoese, nei giorni scorsi dove si è svolto uno degli incontri organizzati dalla sezione lavori pubblici del Comune di Tortona aventi lo scopo di ascoltare e rapportare all’Amministrazione i problemi dei frazionisti.


Presenti alla serata l’assessore Davide Fara e l’assessore Vittoria Colacino.

Fabio Morreale

Fabio Morreale

Non più di dieci frazionisti, purtroppo erano presenti “e la causa della mancata partecipazione – dice il consigliere comunale Fabio Morreale di Nuova Tortona – come rilevato nella frazione è stata la cattiva comunicazione da parte dell’amministrazione comunale di Tortona che non ha pubblicizzato gli incontri che meritavano di esserlo in quanto trattasi dei primi contatti con gli oltre 5000 cittadini residenti nelle frazioni, dopo oltre un anno e mezzo dall’insediamento dell’amministrazione.”

Molte le critiche e le lamentele soprattutto per quanto riguarda la sicurezza (la quasi inesistente presenza della polizia municipale sul territorio e la mancanza di riscontro sulle segnalazioni effettuate alla stessa), problemi e molti dubbi sulla raccolta differenziata e la messa in evidenza del cattivo funzionamento di Gestione Ambiente che non ha mai fornito un calendario nei passaggi e per zone periferiche come le frazioni i passaggi ogni 15 giorni per la raccolta del verde sono negativi) anche il ritiro degli ingombranti a chiamata non funziona in quanto non rispettano gli appuntamenti ed i rifiuti restano accatastati per giorni.

Poi il problema del cimitero frazionale che sta esaurendo i loculi disponibili in quanto a causa della mancanza dei loculi del cimitero di Tortona le salme vengono quasi totalmente dirottate al cimitero di Vho, l’assessore ha garantito il suo interessamento.

Poi il problema dell’isola pedonale ristretta al centro storico: “Dopo anni di relazioni inviate dalla soms vhoese a seguito di riunioni frazionali plenarie – conclude Morreale – si è ancora al punto di chiedere un riscontro sull’ effettiva necessità dell’istituirla (zona pedonale).”

Infine si è parlato dei notevoli problemi legati al mondo agricolo e dell’assenza dell’amministrazione comunale a sostegno degli stessi per pulizia fossi, e più tutela per l’attuale e frequente abbandono dei rifiuti nei campi da parte di privati.

I soliti problemi legati alle buche del manto stradale ormai totalmente da ripristinale in molte zone della frazione e della pubblica illuminazione assente in alcune vie di principale percorrenza.

Lunedì sera c’è stato anche un incontro alla frazione Passalacqua con frazionisti imbufaliti contro l’Amministrazione comunale accusata di essersi dimenticata delle frazioni.

24 novembre 2015

vho - L