Il Curone prima dei alvori

Il Curone prima dei alvori

Il Curone dopo il lavori

Il Curone dopo il lavori

Dopo gli interventi di taglio e rimozione delle piante e della vegetazione sul letto del torrente Curone, l’Amministrazione Comunale ha voluto affrontare, prima della stagione autunnale e invernale, la problematica di messa in sicurezza dell’alveo del Curone, in particolare nel tratto compreso tra il ponte della ex S.S. n. 10 e il ponte della Passerella che, in occasione degli eventi atmosferici di ottobre e novembre 2014, ha visto l’accentuarsi di un fenomeno di erosione sulla sponda sinistra del torrente.

“Per far questo – dice il sindaco Ernesto Nobile -, grazie all’impegno e alla professionalità degli uffici tecnici comunali, abbiamo approvato un progetto preliminare complessivo sul torrente Curone per la difesa spondale del centro abitato per un importo complessivo di325 mial euro e abbiamo richiesto in Regione Piemonte in un incontro con l’Assessore Regionale Balocco, la concessione di un contributo o quantomeno la possibilità di utilizzare anche fondi propri del Comune, sbloccando il Patto di Stabilità. Con l’Ordinanza Commissariale del 1 aprile 2015, è stato erogato al Comune di Pontecurone un primo contributo di 40 mila euro con cui abbiamo progettato e concluso nel corrente mese di ottobre 2015 un intervento iniziale di regimazione idraulica, procedendo a un’operazione di messa in sicurezza di un tratto significativo del nostro fiume.”


L’intenzione del sindaco é quella di proseguire nell’opera di sistemazione e miglioramento della sicurezza del torrente, pur nelle evidenti difficoltà in tema di finanziamenti e contributi, per continuare nel lavoro che, in questi decenni, ha permesso di rendere il Curone più sicuro.

 

2 novembre 2015

Il curone oggi

Il curone oggi