Angela Volpini

Angela Volpini

Giovedì 12 novembre ore 21 presso la Sala Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, si terrà ultimo incontro del ciclo sulla lettura e sul commento dell’Apocalisse di San Giovanni.
Gino Bartalena leggerà alcuni pezi del libro sacro e Giacomo Maria Prati commenterà gli ultimi capitoli del Libro profetico di Giovanni dal 17esimo al 22esimo capitolo, dedicati alla visione della città del male, Babilonia e della città della luce: la nuova Gerusalemme, oltre che riguardanti la visione del Giudizio Universale e di Cristo trionfante.

Ospite d’onore della serata, con una sua testimonianza spirituale: Angela Volpini, protagonista da bambina delle controverse “apparizioni” mariane di Casanova Staffora (1947-1956) che allora attirarono centinaia di migliaia di pellegrini nel piccolo paesino, vicino a Varzi e in Diocesi di Tortona, dove ancora oggi la donna vive.


Angela vide la Madonna all’età di sette anni, il 4 giugno del 1947,

Fu quella la prima di 80 apparizioni di Maria che si ripeterono ogni 4 del mese, salvo due interruzioni, fino al 4 giugno del 1956. Da quel giorno fu sconvolta non solo la mia, ma anche la vita della mia famiglia.

In breve tempo la notizia arrivò alla ribalta dei giornali e folle immense – fino a 300.000 persone in un giorno – giunsero a Casanova, con i pullman sgangherati di allora, per assistere alle mie estasi, con la speranza di vedere anch’essi la Madonna. I giornali dell’epoca riferirono di fenomeni solari straordinari concomitanti ad alcune apparizioni.

Il 4 marzo del 1948 fu il momento di maggiore affluenza ed anche quello di maggiore tensione. Con motivazioni diverse, sia l’autorità ecclesiastica che quella civile, presero misure drastiche contro questa piccola bambina che asseriva di vedere e parlare con la Madonna.

Angela Volpini spiegherà tuta la storia e come questa ha cambiato la sua vita.

3 novembre 2015