soldi - EEgregio Direttore,

vorrei illustrare un fatto che mi è capitato in questi giorni.


Con il 1° Agosto passo come gas da Chiara di Tortona sotto Enel energia.

Arriva la prima bolletta Enel controllo sia i numeri del contatore sia la fattura. Sulla fattura noto (attenzione) la cifra di euro 77 come oneri diversi da quelli dovuti per il gas esentati di Iva perchè così dice la legge sulle caparre.

Telefono immediatamente e mi spiegano molto gentilmente che è semplicemente una caparra ma che , se io volevo, sottoscrivendo il modulo dell’addebito diretto in banca me lo avrebbero alla prima fattura restituito.

Niente da eccepire. Arriva fattura Chiara gas a giugno avevo già pagato 38 metri cubi di gas in più e quindi c’erano le varie peripezie per restituirme quello che avevo già pagato a giugno.

Noto che invece di essere una lettera a credito il sottoscritto doveva pagare una bolletta di circa 90 euro poichè c’era una voce di oneri, guarda caso, di 77 euro più Iva.

Vado al loro ufficio a chiedere spiegazioni e mi viene detto che c’è stato un errore di fatturazione non solo nei miei confronti ma anche rispetto ad altre persone. Tengono la bolletta mi promettono che la rifanno, mi chiedono il numero di telefono e mi promettono che mi avrebbero richiamato. E’ quell’errore di fatturazione anche verso altri che mi preoccupa. Io ho letto ma se le fatture arrivano in mani di gente anziane cosa succede??? Scusatemi lo sfogo.

Pino Gatti

6 novembre 2015