consiglio novi - IHanno riguardato il settore urbanistica i primi punti dell’ordine del giorno trattati dal Consiglio Comunale nella seduta che si è svolta l’altro giorno.

La prima deliberazione, approvata all’unanimità, è stata quella relativa all’ingresso di Borghetto Borghera tra i centri del territorio associati allo Sportello Unico per le Attività Produttive, che vede il Comune di Novi Ligure come Ente capofila.


Subito dopo sono state discusse due istanze di permesso di costruire in deroga ai sensi della legge 106. La prima, presentata dalla sig.ra Isabella Sommo, riguardava il cambio di destinazione d’uso (da terziario a residenziale) di un’unità immobiliare situata in via Pietro Isola 3; la seconda, il cambio di destinazione d’uso (da terziario a residenziale) presentata dalla sig.ra Rosa Bianchi per i locati situati in corso Piave 44. Entrambe le domande sono state approvate con 13 voti favorevoli e 3 contrari (il Gruppo Movimento 5 Stelle).

Si è passati, poi, alla discussione sulle due variazioni e sull’assestamento del Bilancio di Previsione 2015. I provvedimenti – ha spiegato l’Assessore al Bilancio Simone Tedeschi – possono essere considerati come un’unica manovra che non muta sostanzialmente il quadro generale del Bilancio di Previsione approvato a luglio.

Tra le maggiori entrate, spicca il maggiore contributo di circa 260 mila euro ricevuto in qualità di Comune sede di discarica. Significativo è anche il contributo di 55 mila euro erogato dalla Regione Piemonte per il trasporto pubblico locale, che verrà destinato direttamente al Cit (Consorzio Intercomunale Trasporti).

Con l’assestamento, inoltre, si è riusciti a ripristinare i contributi a favore delle associazioni culturali e sportive e a reperire risorse per interventi di manutenzione e per incarichi urbanistici necessari ad avviare la predisposizione delle due varianti strutturali, una urbana ed una extraurbana.

Fra le spese di investimento, rientrano quelle relative alla messa in sicurezza dell’edificio ex “Cavallerizza” e per la pavimentazione di via Gagliuffi e vie limitrofe. Circa 60 mila euro, inoltre, sono stati stanziati per il trasferimento degli uffici comunali situati a Palazzo Pallavicini nella sede di Palazzo Dellepiane, operazione che si concluderà nei primi mesi del prossimo anno.

Prima della votazione è intervenuto il Sindaco Rocchino Muliere: «Dal punto di vista politico vorrei sottolineare che quest’anno abbiamo chiuso il Bilancio con un taglio di 2,5 milioni di euro, il 10% delle risorse totali. Il lavoro svolto da luglio ad oggi non è stato facile. Grazie alla collaborazione di tutti gli uffici, abbiamo cercato di ridurre ulteriormente le spese senza gravare sull’attività amministrativa. Spero che questa considerazione sia condivisa anche dall’opposizione».

La votazione finale ha fatto registrare 11 voti favorevoli (i Gruppi di maggioranza) e 5 contrari (i Gruppi Movimento 5 Stelle e Forza Italia – Lega Nord).

29 novembre 2015