anziani assitente familiare nonna - QAd Alessandria cresce il numero di anziani che preferiscono restare in casa, e vivere serenamente la propria terza età nell’ambiente che li ha sempre ospitati, ed allora anche l’appartamento deve essere adeguato. L’anziano ha bisogno di una casa accogliente e pronta ad essere vissuta a tutto campo da chi, causa età, perde mobilità ed ha comunque bisogno di maggiori supporti ed ausili. La tendenza ormai è palese basta dare uno sguardo alla città il giovedì pomeriggio o la domenica (giorni di riposo delle operatrici domestiche e delle prestatrici di assistenza a domicilio) per notare come è cresciuto il numero di lavoratrici nel settore, questo significa che la casa piace, se c’è chi si prende cura di una donna o un uomo in età avanzata a domicilio.

 

Non solo personale qualificato, ma anche modifiche alla propria abitazione rendono la vita più facile. Esempi concreti anche ad Alessandria sono quelli della domotica o dei tanti altri ausili per gli anziani, che comunque godono di agevolazioni fiscali. Infatti sino a fine anno è possibile usufruire degli sgravi fiscali che vedono una utile ed interessante detrazione IRPEF pari al 50% su un limite massimo di 96mila euro per ogni unità abitativa riattata con i sistemi di domotica. Anche il prossimo anno ci saranno detrazioni, ma sicuramente inferiori, si parla di circa 36%di agevolazione IRPEF.


 

In ogni caso anche nell’alessandrino è questo il tempo di adeguare case ed appartamenti alla vita contemporanea e moderna, e dunque attrezzature e compendi domotici diventano necessari, specie ovunque sia ci sia una persona anziana. Una casa con attrezzatura domotica è sicuramente migliore rispetto ad un’abitazione tradizionale, infatti basta pensare che con pochi click e qualche applicazione su uno smartphone o su un tablet ci si può rendere conto se ci sono fughe di gas o se ci sono intrusioni non gradite, senza pensare alla comodità di telecomandare le persiane e l’apertura della porta o della porta finestra in veranda. Gesti che per una vita possono essere stati quotidianità, ad una certa età diventano complicati, oppure non si è precisi e doviziosi nei controlli, ed allora gli ausili studiati con la tecnica di domotica rendono la vita più leggera. Importantissima è l’applicazione che permette l’apertura di una porta anche senza chiave e a distanza, con l’età spesso la memoria diventa labile, lasciare la chiave dal vicino non è sempre possibile ed allora farsi aprire la porta dallo smartphone diventa una soluzione.

 

Oltre alla domotica che allieva la vita quotidiana e la rende più sicura, esistono sgravi fiscali anche per gli ausili che possono aiutare un anziano nei piccoli gesti di tutti i giorni. Un esempio in questo senso sono le poltrone con funzione di massaggio, che aiutano l’anziano ad alleviare i classici dolori con seduta giornaliera di massaggi, ma non solo. Infatti le moderne poltrone massaggianti sono dotate anche di sistemi automatici che consentono alle persone anziane di alzarsi e sedersi senza alcuno sforzo, ed il tutto può essere fatto tramite apposito telecomando. Le poltrone con massaggio rientrano tra gli ausili per anziani per i quali sono previste le detrazioni fiscali della legge 104. Per una poltrona massaggiante anche ad Alessandria si parla di una detrazione IRPEF per un massimo del 19%, con la possibilità di acquistarle con l’IVA agevolata al 4%. Naturalmente tutti gli ausili, poltrona con massaggio compresa, possono usufruire delle agevolazioni fiscali se esiste una comprovata certificazione medica della ASL di appartenenza, riguardo l’invalidità motoria del richiedente.

 

I presidi che possono essere utili a migliorare la vita ed il benessere a domicilio degli anziani sono molteplici, ed anche nell’alessandrino si possono sfruttare incentivi ed agevolazioni fiscali per dare ai nostri anziani un futuro più roseo ed una qualità di vita superiore.

 

Link di approfondimento:

Legge di stabilità

Poltrone massaggianti

29 novembre 2015