doposcuola - QEgregio direttore

le scrivo a riguardo alla polemica del rifiuto da parte della scuole che ha rifiutato il materiale didattico e materiale per la pulizia e dell’igiene degli ambienti scolastici offerto con la raccolta punti dell’ESSELUNGA. La informo che quest’anno in concomitanza con l’ESSELUNGA anche la COOP dai primi di settembre fino alla fine di Novembre fa raccolta punti per materiale per le scuole..


LA COOP e già 3 o 4 anni che fa raccolta punti per la scuola sempre in autunno. Anche l’IPER da 3 o 4 anni fa la raccolta punti per materiale didattico da dopo le feste di Natale al periodo di Pasqua, le assicuro che di materiale ce ne in abbondanza, ma secondo lei con i tempi che siamo una scuola si può permettere di rifiutare materiale prezioso ..che magari la direzione didattica fa fatica a fornire.

I centri commerciali cosi facendo fanno un lavoro nobile evitando di sporcare le strade e riempire le cassette della posta con i soliti volantini cartacei. Tanti enti pubblici vengono sponsorizzati da ditte private scuole, enti ospedalieri, settore archeologici e patrimoni artistici strade verde pubblico e tanti altri settori .. tutte queste cose non c’è bisogno che gliele dica io, perché lei queste cose le sa meglio di me.

Ma secondo lei? Fa proprio schifo risparmiare migliaia di euro in materiale didattico per l’istruzione. Donare materiale didattico per l’istruzione è l’azione più nobile che ci sia. Può verificare lei stesso sui siti delle aziende che ho menzionato e poi pubblicare tutto il materiale messo a disposizione per le scuole in questo periodo e in passato le ripeto non è poco.

Cordiali saluti

Vincenzo Serra

18 novembre 2015