I 4 consiglieri di Minoranza presenti in conferenza stampa

I 4 consiglieri di Minoranza presenti in conferenza stampa

Sedici mesi di Amministrazione del Partito Democratico e qual è la prima interpellanza in assoluto   di un consigliere di maggioranza? L’inquinamento da idrocarburi? La crisi? La sicurezza? L’ospedale depauperato dei servizi? La Polfer a rischio di soppressione?

No niente di tutto questo: un attacco alla minoranza e alla stampa accusandoli di Xenofobia.


A farlo è il consigliere di maggioranza Carmelo Ciniglio del Pd che ha presentato un interpellanza che a leggerla, dire che lascia perplessi è un eufemismo.

La notizia è stata divulgata durante un conferenza stampa convocata venerdì pomeriggio in sala Romita dai consiglieri di Forza Italia, Cinque Stelle e Nuova Tortona che hanno minacciato di querelare Ciniglio per le pesanti accuse che ha lanciato all’indirizzo di tutti i membri della minoranza che siedono in consiglio comunale a Tortona

Ciniglio, nel suo scritto, parte lancia in resta con una serie di accuse che lasciano interdetti per la gravità con cui vengono poste.

Ma andiamo con ordine.

Carmelo Ciniglio

Carmelo Ciniglio

 

“Il tre settembre – scrive Ciniglio nell’interpellanza rivolta al sindaco Bardone – in piazza Malaspina è stata organizzata dal Gruppo consiliare di minoranza, una manifestazione contrabbandata come Consiglio Comunale aperto per dare voce ai cittadini e al volontariato sui problemi dei migranti. Tale manifestazione è stata preceduta da una strumentale e irresponsabile campagna xenofoba attraverso la stampa e la serata è stata un festival del populismo e del qualunquismo, con i partecipanti dell’opposizione che zoppicavano dal punto di vista della preparazione politica e amministrativa.”

Accuse pesanti, ma Ciniglio ha rincarato la dose anche con altro: “Ci ha indignati – aggiunge il consigliere del PD – sostenere in pubblico la sospetta partecipazione al progetto di accoglienza di una cooperativa di Modena quindi ‘rossa’ e pertanto collegata al PD . Questa insinuazione offende e solleva dubbi sulla trasparenza e sull’onestà del sindaco, dell’Amministrazione e dei consiglieri di maggioranza.”

Ciniglio conclude chiedendo a Bardone di conoscere quali possano essere i canali attraverso i quali la minoranza diffonde notizie che la maggioranza non sa.

“Le affermazioni di Ciniglio – ha detto in conferenza stampa Danilo Bottiroli, consigliere dei 5 stelle – sono offensive. Stiamo valutando coi nostri legali un possibile denuncia per diffamazione o falso in atto pubblico. Di sicuro chiederò conto a Ciniglio in Consiglio comunale anche se l’interpellanza consente solo l’intervento del sindaco.”

Danilo Bottiroli sostiene che quello di Ciniglio è un chiaro attacco a tutto il gruppo di minoranza.

“Si spera – aggiunge il consigliere dei Cinque Stelle – che Ciniglio porti le prove di quello che afferma in Consiglio altrimenti dovrà portale in un luogo differente.”

Le parole di Bottiroli rischiano di risultare come macigni per il futuro dell’Osservatorio Ambientale comunale, creato, come noto, da lui e Ciniglio e alla domanda se questo avrà ripercussioni sul futuro dell’Osservatorio il grillino è stato chiaro: “Sto riflettendo anche sul futuro dell’Osservatorio – conclude Danilo Bottiroli – è evidente che quando si lavora insieme ci vuole fiducia e Ciniglio attacca tutti i consiglieri di minoranza…”

“Abbiamo organizzato quella serata – ha detto Fabio Morreale di Nuova Tortona per fare chiarezza sulla vicenda dei profughi. Ovviamente respingiamo tutte le accuse, fra cui quella della cooperativa rossa perché nessuno ha detto quella frase. Si tratta di accuse che riteniamo strumentali e price di ogni fondamento. Ciniglio ci ha rifilato una serie di offese con notizie false e prive di fondamento.”

“Essere accusato di xenofobia – ha aggiunto Luigino Bonetti di Forza Italia è un’offesa grossa che Ciniglio non può farci e mi meraviglia che un partito come il PD consenta a un suo consigliere di presentare un’interpellanza con queste accuse.”

Accuse che se secondo l’altro consigliere di Forza Italia Giovanni Ferrari Cuniolo, sono infamanti: “certi passaggi – ha detto il consigliere – sono molti gravi e non è possibile sorvolare.”

Ciniglio insomma l’ha fatta grossa e i consiglieri di minoranza si attendono delle scuse pubbliche, altrimenti sono già pronte le aule del Tribunale.

23 ottobre 2015