sassi pietre lanciano - QI Carabinieri di Valenza hanno denunciato per lesioni personali aggravate, ingiuria e minaccia un cittadino italiano di 58 anni.

La sera dell’11 ottobre una pattuglia di Valenza interveniva in una via della periferia cittadina perché un uomo di 57 anni riferiva al 112 di essere stato aggredito dal 58enne.


I militari che giungevano sul posto trovavano il richiedente con il volto coperto di sangue e dolorante, il quale riferiva che l’aggressore, in modo violento e senza motivo, lo aggrediva per strada con calci e pugni e poi, dopo avere afferrato una grossa pietra, la scagliava sul suo viso, motivo per cui era sanguinante.

La pietra veniva rinvenuta sul posto dai militari che procedevano al sequestro, mentre l’aggressore si era già allontanato e veniva raggiunto nella sua abitazione dove veniva rintracciato e identificato. La vittima invece si portava presso il pronto soccorso di Alessandria dove venivano diagnosticate delle profonde ferite al volto e la frattura di una costola, con la prognosi di 30 giorni di cure.

Si appurava quindi che i due, vicini di casa, avevano avuto un diverbio per questioni condominiali nel luglio di quest’anno in quanto il 58enne risulta essere in conflitto con tutto il condominio in cui vive, motivo per cui è stato richiamato più volte dai vicini al rispetto delle basilari regole di convivenza civile. Nel litigio di luglio si era solo limitato a minacciare verbalmente il 57enne, passando alle maniere forti a metà settembre quando il 58enne incontrava per strada la vittima, scendeva dalla sua auto che stava guidando e, dopo averlo insultato, gli sferrava un pugno al volto provocandogli lesioni per sette giorni di cure.

Dopo l’ennesima aggressione, la vittima decideva di denunciare il 58enne visto che le condotte di quest’ultimo sono sempre più violente e pericolose per la sua incolumità e, pertanto, il 58enne veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria per quanto commesso.

17 ottobre 2015