polizia QSabato scorso la Polizia di Stato di Alessandria ha arrestato, in flagranza di reato, A. S. R., cittadino di nazionalità marocchina di 36 anni, responsabile del reato di detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacente.

Una pattuglia di operatori della Squadra Mobile – Sezione Antidroga, nel primo pomeriggio di sabato, durante un servizio finalizzato alla prevenzione e alla repressione dello spaccio di stupefacenti, ha notato il 36enne uscire da uno stabile sito in Corso Felice Cavallotti.


I poliziotti hanno deciso di inseguire l’uomo, pregiudicato per il reato di lesioni aggravate e conosciuto perché dedito allo spaccio di droga, il quale si è diretto verso il piazzale ubicato di fronte all’ACI e, dopo una breve conversazione al cellulare, è stato raggiunto da due uomini di nazionalità italiana arrivati sul posto a bordo di un’auto.

A.S.R. è salito sull’auto, prendendo posto sul sedile posteriore e, mentre stava per consegnare ad uno dei due occupanti una confezione di piccole dimensioni, gli agenti sono intervenuti e hanno bloccato immediatamente l’azione.

Sotto il sedile posteriore dell’auto è stato rinvenuto il seguente materiale:

  • 1 confezione termosaldata in cellophane del peso di 0,45 grammi contenente cocaina;
  • 1 accendino contenente 9 confezioni termosaldate in cellophane del peso complessivo di circa 2 grammi contenenti cocaina;
  • 12 confezioni termosaldate in cellophane del peso complessivo di 3,4 grammi contenenti eroina;
  • 1 pezzo di hashish del peso di 0,20 grammi.

All’uomo, inoltre, è stata sequestrata la somma di 170 euro, suddivisa in banconote da 50 e 10 euro, probabile provento dell’attività di spaccio nonché due cellulari utilizzati per effettuare e ricevere chiamate dagli acquirenti dello stupefacente.

La successiva perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire sotto il lavandino della cucina una calza di colore nero contenente ulteriori confezioni di eroina e cocaina, oltre ad una confezione di marjiuana, ad un pezzo di hashish,  tre bilancini di precisione e vari sacchetti in cellophane utilizzati per il confezionamento delle dosi di stupefacente.

L’uomo è stato immediatamente arrestato e trattenuto presso gli uffici della Questura in attesa di ulteriori accertamenti.

19 ottobre 2015