lavoro - EAnche quest’anno l’ANMIL celebrerà in tutte le province d’Italia, attraverso le proprie sedi, la Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro – istituzionalizzata nel ’98 con Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri su richiesta dell’Associazione – sotto il patrocinio nazionale di INAIL e INPS e quello locale di REGIONE PIEMONTE e CONSIGLIO REGIONALE DEL PIEMONTE, CITTA’ DI ALESSANDRIA, AZIENDA OSPEDALIERA DI ALESSANDRIA, UFFICIO DISABILITA’ DEL COMUNE DI ALESSANDRIA.

L’appuntamento sul nostro territorio sarà il seguente:


Ore 9 nella Chiesa di S. Michele Arcangelo – Via Remotti n. 43 a  San Michele

Celebrazione della Santa Messa in memoria dei Caduti sul Lavoro officiata da Don Ivo Piccinini

Ore 10.30 nella Sala Riunioni del Centro Riabilitativo Polifunzionale T. Borsalino -Piazzale Ravazzoni

Saluto ai presenti da parte del Presidente Territoriale ANMIL Alessandria, Elio Balistreri e del Sindaco di Alessandria, Prof.ssa Maria Rita Rossa

Riflessioni condotte dalla giornalista Dott.ssa Alessandra Dellacà sul tema:

“La sicurezza sul lavoro delle donne e Prendersi cura di chi ci cura” a cui parteciperanno:

Dott. Enrico Tommasi -Direttore della Sede INAIL di Alessandria, Asti, Casale e Novi

Dott. Giovanna Baraldi- Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo di Alessandria

Dott. Domenico Ravetti – Consigliere Regione Piemonte

Dott. Massimo Berutti -Consigliere Regione Piemonte

Arch. Paola Testa -Disability Manager del Comune di Alessandria

Ore 12  Ringraziamento di chiusura della manifestazione della Vice Presidente ANMIL Alessandria Sabrina Rota e consegna dei Brevetti e Distintivi d’Onore da parte dell’INAIL.

 

In ogni celebrazione di questa giornata ci si ritroverà per confrontarsi sulle realtà socio-economiche del nostro Paese e sulla tutela che deve essere garantita alle vittime del lavoro per una più equa e adeguata assistenza – ancor oggi legata ad una normativa obsoleta che risale al Testo Unico Infortuni del 1965 e che andrebbe completamente rivista – e verrà inoltre affrontato, sia a livello nazionale che a livello locale, anche il tema della sicurezza e le iniziative più efficaci in materia.

La cittadinanza è invitata a partecipare per testimoniare la propria vicinanza agli infortunati sul lavoro.

10 ottobre 2015