stac autoticino - QSpettabile Direzione,

In merito all’articolo “Casale, a una ragazza cieca con cane guida viene impedito di salire sull’autobus”


Specifichiamo quanto segue:

Ci dissociamo fermamente da qualsiasi forma di discriminazione nei confronti dei disabili e se responsabilità saranno accertate esse saranno esclusivamente personali ed individuali dell’autista.

La nostra politica aziendale è sempre stata semmai diretta a favorire le persone disabili e ci dissociamo fermamente da qualsiasi comportamento discriminatorio nei confronti dei portatori di handicapp o dei disabili e ciò che è accaduto è assolutamente contrario ai nostri intendimenti ed alle direttive impartite al personale che prevedono il trasporto animali anche solo di compagnia, e a maggior ragione a quelli “guida”.

Effettueremo una immediata analisi interna, al fine di accertare lo svolgimento della cosa e rispondere con maggiore cognizione di causa a quanto segnalato, nel caso però non si sia trattato di un errore o di qualche malaugurata incomprensione, stia pur certo che saranno presi gli opportuni provvedimenti disciplinari nei confronti del responsabile in quanto assolutamente contrari alle direttive dell’azienda.

Nel frattempo auspichiamo di poter incontrare personalmente la Signora Ana Mindrilla in quanto vorremmo scusarci ed esprimere il nostro rincrescimento direttamente per quanto accaduto e porgerle le nostre più profonde scuse anche se l’incidente risultasse essere frutto di un errore od incomprensione.

Ci riserviamo inoltre di poter fornire, per la massima chiarezza, quanto risulterà dalla nostra indagine interna.

Voglia gradire i nostri più distinti saluti.

Direzione Stac Autoticino Edoardo Chierotti Presidente

15 ottobre 2015