punto interrogativo - IPartecipare al dibattito sui profughi organizzato dal Partito Democratico giovedì sera alla festa del PD (di cui potete leggere la cronaca in altra parte del giornale), è stato molto utile ed interessante perché abbiamo scoperto, ad esempio, che molti esponenti locali del PD, hanno le nostre stesse idee e sono preoccupati per la scarsa sicurezza che c’è a Tortona.

Il dibattito che si è sviluppato li ha visti tutti concordi ed annuire – tra di loro – che avevano ragione.


Alcuni, inoltre hanno posto un limite: no all’invasione di profughi.

Eppure quando gli  stessi concetti li abbiamo espressi noi, diversi esponenti del PD, fra cui alcuni ai più alti vertici locali del partito, ci hanno subissato di critiche affibbiandoci alcuni tra gli epiteti più biechi, fra cui razzisti, sobillatori, patetici e molti altri, perché?

 

Forse lo stesso concetto espresso da un esponente del PD ha più valore di quello esposto da altre persone?

Eppure, alla parola “democratico” su http://www.dizionario-italiano.it si legge: “della democrazia; chi ispira le proprie azioni ai principi della democrazia; affabile, alla mano, seguace della democrazia.”

Mah…….

3 settembre 2015