carabinieriQI Carabinieri della Stazione di Solero hanno denunciato per guida in stato di ebbrezza un cittadino rumeno di 31 anni, residente ad Alessandria. La pattuglia alle 23.30 del 19 settembre, nell’effettuare un posto di controllo lungo la SP 10 nei pressi di Astuti, fermava un’auto condotta dal rumeno ma di proprietà di altra persona. Nei suoi confronti sorgeva immediatamente il sospetto che avesse assunto sostanze alcooliche e veniva sottoposto al test dell’etilometro che evidenziava un risultato di oltre 0,90 g/l alla prima prova, mentre il 31enne non riusciva ad eseguire la seconda prova a causa delle sue condizioni psico-fisiche. Per lui, oltre la denuncia all’Autorità Giudiziaria, anche il ritiro immediato della patente di guida rumena mentre l’auto veniva invece affidata al proprietario.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Alessandria nelle giornate di sabato e domenica hanno denunciato per violazione delle norme sull’immigrazione tre cittadini stranieri, due marocchini di 31 e 34 anni e un pakistano di 45 anni, con precedenti di polizia a carico. I tre, in diverse circostanze, venivano controllati in corso Acqui e in via Marengo, il pakistano a bordo di un veicolo con alcuni connazionali e i due marocchini a bordo di veicolo in compagnia di un italiano. Nel momento dell’identificazione, alla richiesta di esibire il permesso di soggiorno ne erano tutti sprovvisti. Veniva anche accertato che in passato i due marocchini e il pakistano erano già stati controllati e, in particolare, i primi due si trovavano sul territorio nazionale senza averne titolo e senza avere ottemperato a precedenti decreti di espulsione emessi dai Questori di Alessandria e Cremona, mentre il pakistano era stato già colpito da un rifiuto dell’istanza di emersione dal lavoro irregolare con conseguente allontanamento dallo Stato a cui non aveva ottemperato. A quel punto, trovandosi sul territorio nazionale in maniera irregolare, venivano tutti accompagnati in caserma dove venivano denunciati all’Autorità Giudiziaria per il loro stato di clandestinità e veniva avviata nei loro confronti la nuova procedura di espulsione dal territorio nazionale.


21 settembre 2015