municipio - QLa vicenda che sta creando un vero e proprio sconquasso all’interno del municipio di Tortona nasce da un nostro articolo pubblicato il 30 giugno scorso dal titolo “Da oltre un anno il Comune di Tortona paga vitto e alloggio a due profughi al Cora Kennedy. Adesso ne arrivano 125” nel quale ponevamo l’accento sul fatto che sono in arrivo 125 migrati (ora passati a 130) chiedendo chi avrebbe pagato dopo i 4 mesi di rimborsi previsti dalla prefettura.

La reazione del Comune arrivò con un comunicato il 27 luglio scorso che trovate ancora al link http://www.comune.tortona.al.it/Sezione.jsp?titolo=27%2F07%2F15+-+Accoglienza+profughi&idSezione=3995 dove si replicava che “i due ospiti presso la RISS Cora Kennedy sono assegnati al Comune di Tortona, con rimborso completo dei costi da parte della Prefettura.


Ora grazie al consigliere Fabio Morreale si viene a scoprire che la convenzione partiva dall’ 8 settembre 2014 e aveva durata fino al 31 dicembre 2014.

Chi ha pagato vitto e alloggio ai profughi dal 14 maggio 2014 (giorno in cui sono arrivati a Tortona) fino al 7 settembre 2014 e dal 1° gennaio di quest’anno fino ad oggi?

Il Comune non lo dice e non ha allegato alcuna ulteriore convenzione alla richiesta del consigliere Morreale, quindi, poiché dall’ufficio del dirigente Servizi alla persona, guidato da Luisa Iotti che si è occupata di tutta la vicenda, non sono stati trasmessi altri documenti, per logica vitto e alloggio ai profughi lo hanno pagato i tortonesi, cioè tutti noi, perché i soldi pubblici sono i NOSTRI soldi.

Come Oggi Cronaca ha sempre sostenuto e non invece come hanno cercato di smentirci.

Il Comunicato stampa, come tutti quelli che vengono inviati dal Comune di Tortona, è riconducibile alla responsabilità del sindaco Gianluca Bardone perché lui, infatti, ha la delega alla comunicazione.

Non vogliamo certo fare un processo al sindaco, perché crediamo abbia agito in buona fede: ovviamente non può controllare tutto e si è evidentemente fidato di quello che gli hanno detto i suoi collaboratori, ma la sostanza non cambia: nel comunicato si afferma che la Prefettura ha rimborsato COMPLETAMENTE i costi sostenuti dal Comune per i due profughi e questo (stando alla documentazione consegnata a Morreale) a quanto pare, non è vero.

Abbiamo stima e fiducia nel sindaco Gianluca Bardone con il quale abbiamo sempre avuto un cordiale rapporto malgrado alcune naturali divergenze, ed è per questo che ci permettiamo di invitarlo a fare più attenzione, prima di diramare comunicati stampa che poi, a quanto pare, vengono smentiti dai fatti.

21 agosto 2015

profughi - G