telefono - Q“Considerato il fatto che, con l’incremento crescente del numero di telefonini di ultima generazione in circolazione, oggi il 70% di connessioni a internet avvengono via dispositivvi mobili, cresce di pari passo il rischio di truffe”, spiega l’Avvocato Patrizia Polliotto, Fondatore e Presidente del Comitato Regionale del Piemonte dell’Unione Nazionale Consumatori, dal 1955 a oggi la prima, più antica e autorevole associazione consumeristica italiana.

“Sono molti i soggetti che si rivolgono ai nostri sportelli lamentando la ricezione di sms che promettono vincite di importi considerevoli a questa o a quella lotteria. Lo stesso dicasi per i pop-up e i cookies che imporvvisamente si manifestano sugli schermi di pc e telefonini, specialmente per gli utenti di chatline e social network, parlando di fortunate estrazioni di premi in denaro, o in beni di lusso”, aggiunge l’Avvocato Patrizia Polliotto.


“Spesso, l’utente inconsapevolmente aderisce alla richiesta dati per la spedizione a mezzo banca del finto importo vinto, per rilasciare il quale i titolari di tali fantomatiche estrazioni e premi e lotterie farlocche richiedono in cambio il pagamento di un canone di spedizione, che oscilla in media tra i 600 e i 1500 euro, giustificando tale spesa per la consegna remota anche di gadget collegati alla vincita, queli tv lcd, Iphone di ultima generazione, tablet e così via che non arriveranno mai a destinazione, con la scusa di finti blocchi doganali per eliminare i quali viene richiesto all’utente l’esborso di altro denaro sottoforma di finti dazi sul trasporto. Il malcapitato, pertanto, oltre a versare tali importi, fornisce ingenuamente le proprie coordinate bancarie che consentono ai malviventi di operare sui conti correnti, svuotandoli”, conclude il noto legale che ricorda: “Mai rispondere a sms e mail che promettono mari e monti e vincite da sogno: in caso di ricezione, cancellarli subito, e qualora il fenomeno persista, sporgere denuncia alle Autorità di Polizia Postale. Il Comitato Regionale del Piemonte dell’Unione Nazionale Consumatori è a disposizione per raccogliere segnalazioni allo 011 5611800 o allo 0121376264 in orario d’ufficio”.

9 agosto 2015