Ora è ufficiale: l’Unità di Senologia dell’ospedale di Tortona, diretta da Maria Grazia Pacquola, ha superato tutti gli esami previsti dal protocollo europeo che identifica le caratteristiche che deve avere un centro che si occupa di gestire le malattie della mammella. E questi parametri sono stati fatti propri anche a livello nazionale e da pochi mesi anche in Piemonte. La commissione Sanità del Ministero ha tracciato un paradigma di numeri che promuovono a pieni voti la Senologia tortonese.

Maria Grazia Pacquola

Maria Grazia Pacquola

Quattro i livelli superati tutti con risultati di eccellenza assoluta: quantificazione dell’attività prodotta, esperienza professionale, modello organizzativo e strumentazione adeguata. Due dati su tutti come spiega la dottoresa Pacquola: “Nel 2014 abbiamo espletato oltre 5 mila prestazioni ambulatoriali con 350 interventi chirugici, di cui 214 per cancro al seno e questi dati sono stati confermati ufficialmente, proprio nelle scorse settimane, in Regione dalla Rete oncologica. A Tortona possiamo con orgoglio annoverare all’interno della nostra struttura tutte le specialità fondamentali che ci permettono per la prima volta di essere considerati una Breast Unit: radiologi, oncologi, chirurghi senologi, patologo, fisiatra, fisioterapista, psicologa, nutrizionista, palliativista, genetista ed infermiere professionali dedicati. Infine ci tengo a ricordare che le nostre tre specialità in consulenza sono la Radioterapia, la Medicina Nucleare, la Chirurgia plastica e ricostruttiva. Tutto ciò è il risultato di una joint venture fra struttura pubblica, rappresentata dall’Unità di Senologia, e volontariato espresso da singoli cittadini, associazioni, enti pubblici e locali, fondazioni bancarie e così via. In cima alla lista l’Associazione Franca Cassola Pasquali che ha saputo creare un movimento di opinione, un bisogno di essere presenti accanto agli operatori sanitari nella lotta quotidiana per sconfiggere uno dei big killer delle donne: il tumore della mammella“. E oggi, proprio grazie all’associazione castelnovese e a tutti coloro che la sostengono, la strumentazione della Senologia è al completo con un percorso che è andato a crescere nei risultati e nelle tecniche al punto che oggi è arrivata la promozione a pieni voti del Ministero della Salute. E queste tecniche all’avanguardia che annoverano la struttura tortonese tra i centri di riferimento a livello nazionale si concretizzano con un cammino che la dr.ssa Pacquola così sintetizza: “Da quindici anni usiamo la procedura vacuum-assisted ecoguidata per la diagnostica più fine, dal 2005 è in uso la stessa procedura anche sotto guida mammografica, il cosiddetto tavolo Fischer ed ora, da poco più di un anno, utilizziamo il colorante vitale verde Indocianina per identificare il linfonodo sentinella nei casi di tumore al seno“.


E per presentare questi risultati così prestigiosi, proseguendo sulla strada della crescita in ambito multidisciplinare per ciò che concerne la diagnosi e la cura del tumore al seno, l’appuntamento è per venerdì 4 settembre alle 21,15 in piazza Vittorio Emanuele a Castelnuovo Scrivia in occasione della diciassettesima Giornata “Franca Cassola Pasquali” con il concerto di Ron accompagnato dalla sua band. L’evento, presentato da Alessandra Dellacà, sarà una meravigliosa vetrina di oltre due ore di spettacolo grazie alla presenza di questo grande artista. Ron e la sua band ripercorreranno 45 anni di grande musica e nel corso del concerto castelnovese dedicheranno un momento straordinario a Lucio Dalla quando, per l’occasione, verrà girato anche un video che sarà trasmesso in tv durante una puntata di “Italiani nel mondo” in programmazione nel palinsesto invernale.

12 agosto 2015

Il bellissimo ingresso  dell'ospedale di Tortona

Il bellissimo ingresso dell’ospedale di Tortona