municipio - ICi riferiamo ai due rapporti di analisi effettuati dall’Arpa e pubblicati sulla Home page del sito del Comune di Tortona. I due rapporti entrambi datati dall’Arpa il 18 giugno scorso sono giunti in municipio il 23 giugno come si nota chiaramente dal timbro in ingresso dello Sportello Unico dell’Edilizia, tuttavia la data di pubblicazione sulla home page del sito del Comune e del 31 luglio scorso.

I referti dell’ Arpa quindi, a quanto pare, ci hanno messo ben 37 giorni per passare dall’impiegato dell’Ufficio Unico edilizia a quello preposto ad inserire sulla Home page del Comune di Tortona la notizia.


Cos’è successo non si sa, ma in tutta questa vicenda colpiscono i tempi: il sopralluogo dell’Arpa è stato effettuato il 31 marzo, le prove sulle analisi sono iniziate il 20 maggio e si sono concluse il 5 giugno.

Insomma per farla breve da quando sono stati effettuati i campionamenti a quando la popolazione è venuta a conoscenza degli esiti sono passati ben 4 mesi.

Ma ci vuole davvero tutto questo tempo per conoscere i dati sull’inquinamento di un terreno? Francamente ci sembra un po’ troppo.

Ma la domanda che sorge spontanea è: se nelle cave del Tortonese arriverà lo smarino, cioè il materiale proveniente dal terzo valico che secondo i NO Tav potrebbe contenere grandi quantità di amianto, la popolazione ne verrà a conoscenza solo dopo 4 mesi?

Naturalmente trovate la veridicità delle nostre affermazioni al link http://tortona.e-pal.it/L190/sezione/show/30056?sort=&idSezione=30049. Di seguito invece lo screenshot dell’Home page del sito del Comune dove si vede chiaramente la data di pubblicazione delle analisi: 31 luglio.2015. Ma il dirigente al personale del Comune, Claudio Bagnera, è a conoscenza di questi tempi?

11 agosto 2015

analisi terzo valico L