Il martello con cui il marocchino ha tentato di uccidere l'italiano

Il martello con cui il marocchino ha tentato di uccidere l’italiano

Quello che andiamo a raccontare è un brutto caso di violenza famigliare che vede al centro della vicenda una donna italiana di 40 anni separata dal marito, anche lui italiano, che dopo la separazione ha scelto di convivere con un marocchino sette anni più giovane di lei e al centro di tutto una bimba di tre anni, figlia dei due italiani, affidata in custodia alla madre, con il papà che evidentemente preso dalla grande voglia di stare con la piccola, forse non rispetta completamente gli orari imposti dal Tribunale.

Ma andiamo con ordine a raccontare, quello che secondo la ricostruzione effettuata dai Carabinieri della compagnia di Tortona, è accaduto vero le 23 di martedì 25 agosto, in via Bellingeri alla frazione Grava di Alluvioni Cambiò quando  R. P., 40 anni, residente ad Alessandria, si presenta presso l’abitazione dell’ex moglie, D. S., 40 anni per riportare la figlia di tre anni che doveva trascorrere il pomeriggio con il papà.


Un carabinieri mostra il martello

Un carabinieri mostra il martello

L’alessandrino, a quanto pare, arriva in ritardo e scoppia una lite furibonda con l’ex moglie perchè non sarebbero stati rispettati gli orari.

Si tratta dell’ennesimo litigio fra i due che pregiudica ulteriormente i rapporti fra i due che sono pessimi da molto tempo.

Lo scontro verbale si accende e la donna chiede aiuto all’attuale compagno El Habib El Mouki, 33 anni, marocchino, che prende un martello e aggredisce improvvisamente l’alessandrino che viene colpito ripetutamente alla testa ed alla schiena.

L’uomo scappa dalla casa della donna e ancora cosciente e riesce a rifugiarsi da un amico in paese, che dà l’allarme.

L’uomo perde molto sangue e viene trasportato al Pronto Soccorso dell’ospedale di Alessandria dove gli  diagnosticate fratture al cranio e alle costole, con emorragie interne. Inizialmente viene dichiarato in prognosi riservata, poi con una prognosi di 50 giorni.

.A Grava intanto arrivano i Carabinieri di Sale che entrano nella casa della donna e la trovano insieme al marocchino mentre stavano il sangue sul pavimento.

I militari ricostruiscono la vicenda e trovano anche il martello con il nordafricano ha colpito l’uomo. .

El Mouki viene portato in caserma ed arrestato per tentato omicidio. Nella giornata di oggi, mercoledì, il giudice del Tribunale di Alessandria ha stabilito la custodia cautelare in carcere. Intanto anche il Tribunale dei minori è stato informato e dovranno essere riveduti gli accordi di separazione tra gli ex coniugi.

Il nordafricano è stato rinchiuso nel carcere di Alessandria in attesa del processo.

26 agosto 2015

Grava via Bellingeri

Grava via Bellingeri

Un'altra veduta di via Bellingeri

Un’altra veduta di via Bellingeri