La cava Montemerla allagata dalla recente alluvione

La cava Montemerla allagata dalla recente alluvione

Il risultato è importante perché la cava Montemerla si trova alla periferia della città ed è una di quelle in cui è previsto lo stoccaggio del materiale proveniente dagli scavi del Terzo Valico.

Le analisi   su alcuni campioni di terreno sono state effettuate dall’Arpa e per quanto riguarda l’appezzamento della cava in località Capitania hanno dato evidenziato che per il Cromo totale è stato misurato un valore di 397 milligrammi il Kg, a fronte di un limite di legge di 150 per cui secondo l’Arpa risulta “non rientrare nella conformità, ma tale dato è ascrivibile a valore di fondo naturale”.


Quindi alla cava Montemerla che dovrebbe ospitare rifiuti del Terzo Valico i valori sono già il doppio del limite di legge.

Stessa cosa vale per il nichel, dove a fronte di un valore di 120 milligrammi il Kg, nel campione preso in esame sono stati riscontrati ben 188 mg.

Elevati valori, ma solo di Cromo, nell’altra zona della Montemerla all’Eurotel: anche in questo caso il Cromo totale supera il parametro di legge dei 150 mg/Kg con una misurazione di 175 mentre il nichel è sotto i limiti.

Si tratta, come specifica, l’Arpa, di zona agricola.

La notizia positiva riguarda il fatto che in entrambi i campioni di terreno prelevati non sia stato trovato amianto, ma preoccupa questa massiccia presenza di Cromo

“Come assicurato, in adesione a quanto convenuto in sede di Consiglio Comunale – recita una nota del Comune di Tortona diffusa nei giorni scorsi – , l’Amministrazione Comunale ha provveduto a dare pubblicazione sul proprio sito web dei rapporti di prova e dei relativi contributi tecnici prodotti da ARPA Piemonte, a seguito dei campionamenti effettuati presso i siti progettualmente previsti sul territorio comunale dal Piano COCIV per il conferimento del materiale originato dai lavori dell’infrastruttura ferroviaria denominata “Terzo valico dei Giovi”.

Accedendo alla sezione “Servizi per il cittadino”, alla voce “Certificati analisi siti terzo valico”, i certificati sino ad oggi pervenuti potranno pertanto essere visionati.”

«Nel rispetto degli impegni presi in Consiglio Comunale – spiega l’Assessore all’Ambiente Davide Fara – sono stati pubblicati sul sito del Comune i risultati delle analisi effettuate dall’Arpa sui siti del territorio comunale interessate dal Piano COCIV per il conferimento dei materiali originati dai lavori del terzo valico».

10 agosto 2015