bonifica amianto - IUna serie di incontri nei Comuni del Sin (Sito d’Interesse Nazionale) di Casale Monferrato per presentare il nuovo bando per la richiesta di contributi per la rimozione di manufatti contenenti amianto.

 

Questa l’iniziativa dell’Assessorato all’Ambiente per il mese di settembre: «Questo nuovo bando – ha spiegato l’assessore Luca Gioanola – è un’occasione davvero troppo importante per il nostro territorio. Abbiamo voluto così aggiungere ai comunicati, agli incontri in Comune, ai manifesti e al servizio di sportello, anche una serie di incontri itineranti, affinché tutto il territorio, amministratori, tecnici, cittadini siano informati e consapevoli di questa opportunità».


 

Sarà l’occasione, alla presenza dell’Assessore e dei funzionari dell’Ufficio Tutela Ambiente del Comune di Casale Monferrato, per dare informazioni sui tempi, metodi, requisiti, obiettivi del bando e rispondere agli eventuali dubbi che saranno sollevati.

 

Gli incontri si terranno in uno dei Comuni di tutte le Unioni presenti sul territorio del Sin e entreranno nel merito del bando, che prevede un contributo pari a 30 euro per ogni metro quadrato di superficie bonificata, fino a un limite massimo pari al 50 per cento delle spese sostenute.

 

Una volta presentata la domanda, i richiedenti saranno informati sull’esito nei giorni immediatamente successivi alla chiusura del bando e in caso positivo riceveranno contestualmente tutte le istruzioni necessarie per concludere la pratica. Le operazioni di rimozione dovranno essere effettuate entro 15 mesi dalla comunicazione sull’accoglimento della domanda e il contributo sarà erogato a fine lavori.

 

Le domande, corredate dalla documentazione fotografica che illustri le coperture o i feltri presenti, potranno essere presentate entro il prossimo 20 ottobre al Comune di Casale Monferrato, in via Mameli 10, allo Sportello Unico Amianto (cortile centrale, 1° piano).

 

Il bando e la modulistica si potranno scaricare dal sito internet del Comune www.comune.casale-monferrato.al.it. oppure potranno essere richiesti nei seguenti uffici: Sportello Unico Amianto – Settore Tutela Ambiente del Comune di Casale Monferrato in via Mameli 10; Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) in via Mameli 21; Uffici Tecnici Comunali dei Comuni facenti parte del Sin; sedi delle associazioni di categoria.

 

Le domande effettuate e non finanziate risalenti agli anni 2005, 2007, 2009 e 2011 non devono essere ripresentate: le precedenti graduatorie, infatti, continueranno a essere valide.

 

Il contributo è riservato agli interventi di rimozione amianto da fabbricati siti nei Comuni di: Alfiano Natta, Altavilla Monferrato, Balzola, Borgo S.Martino, Bozzole, Camagna Monferrato, Camino, Casale Monferrato, Castelletto Merli, Cella Monte, Cereseto, Cerrina Monferrato, Coniolo, Conzano, Frassinello Monferrato, Frassineto Po, Gabiano, Giarole, Mirabello Monferrato, Mombello Monferrato, Moncalvo, Moncestino, Morano sul Po, Murisengo, Occimiano, Odalengo Grande, Odalengo Piccolo, Olivola, Ottiglio, Ozzano Monferrato, Palazzolo Vercellese, Pomaro, Pontestura, Ponzano Monferrato, Rosignano Monferrato, Sala Monferrato., San Giorgio Monferrato., Serralunga di Crea, Solonghello, Terruggia, Ticineto, Treville, Trino, Valmacca, Vignale Monferrato, Villadeati, Villamiroglio, Villanova Monferrato.

 

Tutte le informazioni sono disponibili nella pagina Amianto e Eternit del sito internet del Comune (www.comune.casale-monferrato.al.it) e possono essere richieste allo Sportello Unico Amianto (tel.0142/444.211) oppure al Centro Informazione Amianto (Numero Verde gratuito 800/55.33.94) del Comune di Casale Monferrato.

 

11 agosto 2015