carabinieri - QI Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Alessandria e della Stazione di Castellazzo Bormida Carentino presso una fonderia, dove viene lavorato bronzo e ottone, perché personale della vigilanza privata aveva segnalato un furto in atto nella struttura.

In particolare venivano notati, tramite le telecamere di sorveglianza poste all’interno della ditta, 5 uomini che si aggiravano per i locali e che avevano preso a bastonate gli allarmi sonori e li avevano manomessi per evitare che continuassero a funzionare, non accorgendosi di essere ripresi in ogni loro movimento.


Le due pattuglie si muovevano rapidissime e giungevano sul posto in brevissimo tempo ma probabilmente, avendo sentito i rumori delle auto di servizio, i cinque si allontanavano perché quando i militari entravano nella ditta non trovavano più nessuno, accertando che i ladri erano entrati da una porta posteriore che era stata forzata. Il rapidissimo intervento delle pattuglie consentiva però di interrompere l’azione delittuosa nella fonderia, che in passato era già stata oggetto di furti e quindi particolarmente controllata dai militari.

Venivano così messi in fuga i malviventi senza che gli stessi si fossero impossessati di nulla perché non ne avevano avuto il tempo. Le pattuglie intervenute controllavano anche le vie della zona per cercare i mezzi con i quali i cinque erano arrivati sul posto, non trovando alcun veicolo perché probabilmente lasciato a  distanza dal luogo del tentato furto.

9 agosto 2015