ospedale - IGiovedì 18 giugno avrebbe dovuto essere un giorno decisivo per il futuro dell’ospedale di Tortona ma l’udienza dinnanzi al Tar Piemonte per discutere il ricorso contro la riforma sanitaria che prevede il declassamento del Dea di Tortona, verrà sicuramente rinviata a dopo il 29 ottobre.

Il Tar, infatti, ha già analizzato il ricorso delle cliniche private di Casale e Torino ed ha emesso un’ordinanza con la quale chiede lumi alla Regione sul Piano Sanitario.


Si tratterebbe di una serie di quesiti non di poco conto, per cui le risposte che verranno fornite potrebbero influire anche sul ricorso presentato dai 39 sindaci del Tortonese e dal Comitato “Uniti per Tortona.”

Questo perché entrambi i ricorsi (quello dei privati e quello tortonese) presentavano alcuni punti in Comune fra cui, ad esempio, l’eccezione sulla competenza in capo alla Giunta Regionale (che ha approvato il Piano) piuttosto che, invece, al Consiglio, organo deputato a farlo.

Il Tar Piemonte, quindi, ha dato un mese di tempo alla Regione Piemonte per fornire le delucidazioni richieste e ha già fissato l’udienza successiva per il 29 ottobre.

Anche il ricorso di Tortona quindi, sicuramente verrà rinviato almeno fino a fine ottobre se non oltre, in attesa che il Tar entri in possesso di queste delucidazioni e sulla base delle eccezioni sollevate dai privati, prendere una decisione in merito.

Il futuro dell’ospedale di Tortona, pertanto, rimane sempre più in bilico e quando – finalmente – verrà discusso il ricorso al Tar sarà passato praticamente un anno dall’approvazione dello stesso Piano e tanto, troppo tempo dalla chiusura del Punto Nascite di Tortona.

15 giugno 2015

Il bellissimo ingresso  dell'ospedale di Tortona

Il bellissimo ingresso dell’ospedale di Tortona