sale al lavoro - QFare e non restare con le mani in mano: di questo ha fatto la sua bandiera l’amministrazione comunale di Sale.

Ne è stato fornito un esempio anche questo sabato, 6 giugno: raccolte le richieste di molti cittadini di ogni età che vorrebbero vedere percorribile la pista ciclabile che collega il paese ad Alluvioni Cambiò, ridotta ad una mulattiera dalle erbacce e constatato che le scarse risorse della Provincia, cui compete la manutenzione del tracciato, forse non avrebbero potuto permetterne un’adeguata pulizia, l’Amministrazione Pistone si è trovata di fronte all’alternativa di sollecitare la Provincia ad eseguire i lavori, rischiando risposte in tempi non brevi e non positive o di cercare una soluzione più pratica.


E la scelta è stata agire. Così i consiglieri e gli assessori, sotto l’egida del locale servizio di Protezione Civile, ricevuto il benestare della Provincia, assieme ad altri volenterosi cittadini (pochi, contando le numerose associazioni attive in paese), si sono portati da casa decespugliatori e scope, l’Assessore Garbelli ha fornito due taniche di miscela, l’Azienda Agricola Gualco un trattore con tagliaerba e tutti si sono rimboccati le maniche.

Il risultato è ora sotto gli occhi di tutti: il tracciato è stato completamente ripulito ed ora si presta alle passeggiate di chi, nelle calde giornate estive, cerca un po’ di svago all’ombra dei tigli.

Al termine della mattinata l’Assessore Garbelli, decespugliatore alla mano, ha ringraziato gli intervenuti ed ha affermato che questa è la dimostrazione tangibile che quando una cittadinanza consapevole e propositiva incontra un’amministrazione attenta si possano ottenere risultati concreti e tangibili.

8 giugno 2015

sale al lavoro - L