L'organo di Castelnuovo

L’organo di Castelnuovo

Venerdì 26 giugno Duo organistico in parrocchiale dedicato a Paolo Perduca Alberto Do e Alessandro Urbani suoneranno, anche a quattro mani, l’antichissimo organo del 1612. L’iniziativa, coordinata da Letizia Romiti, fa parte della stagione estiva piemontese e si svolgerà venerdì 26 giugno, alle 21.

Verranno eseguiti brani che vanno dal 1600 al 1800, aventi autori poco conosciuti, a parte alcuni pezzi di Sebastian Bach, di Mozart e di Rossini.


Gli esecutori ALBERTO DO, nato ad Asti nel 1986, inizia gli studi di pianoforte all’età di 7 anni e nel 2000 si iscrive al conservatorio “A.Vivaldi” di Alessandria nella classe di organo e composizione organistica della professoressa Letizia Romiti.

Ha partecipato a molti concorsi in Italia e all’estero ottenendo ottimi risultati. Alessandro Urbano, nato nel 1985 a Novi Ligure, comincia come autodidatta i suoi studi musicali all’età di 11 anni. Possiede il diploma d’organo, di clavicembalo, di direttore di coro. Tiene concerti in tutta Europa, ma ci tiene a conservare la titolarità di organista dell’organo Fratelli Serassi alla Chiesa Collegiata di Novi Ligure, e di Maestro di Cappella alla Basilica di Santa Maria Maddalena di Novi.

25 giugno 2016