Il santuario dedicato a don Bosco

Il santuario dedicato a don Bosco

Sarà inaugurata venerdì 12 giugno alle 18,30 una ricca e interessante mostra dedicata interamente a San Giovanni Bosco, che troverà collocazione negli spazi espositivi del Castello fino al 30 agosto. L’iniziativa si inserisce nel nutrito programma di manifestazioni ed eventi relativi ai festeggiamenti per il Bicentenario della nascita di san Giovanni Bosco, che si celebra quest’anno e culminerà il 16 agosto 2015.

La mostra “DON BOSCO IN MONFERRATO” sarà curata da Julien Coggiola, che metterà a disposizione diverso materiale frutto di paziente raccolta e catalogazione, e comprendente: tutte le foto esistenti di Don Bosco che vanno dal 1861 al 1888, foto del Beato Michele Rua e del Beato Filippo Rinaldi (successori di don Bosco – molto materiale di don Rinaldi proviene da don Piergiorgio Verri, parroco salesiano di Lu), immagini dei luoghi monferrini visitati dal santo, fotocopie dei giornali che ricordavano la sua morte, foto e storia dei collegi di Mirabello e Borgo San Martino, immagini e scritti dedicati al rapporto tra i vescovi di Casale Monferrato e don Bosco, all’opera salesiana del Valentino e alla storia dell’inno “Giù dai colli” composto proprio al Valentino. Da ultimo alcuni pregevoli disegni su madre Maria Domenica Mazzarello realizzati da suor Franca Tomaghelli, Figlia di Maria Ausiliatrice dell’Istituto Sacro Cuore di Gesù di Casale Monferrato.


Una sezione sarà anche dedicata ai Viaggi d’autore sui luoghi salesiani monferrini a cura di Luigi Angelino e Dionigi Roggero.

Nelle bacheche, invece, troveranno spazio autografi e reliquie di don Bosco, paramenti usati dal santo a Borgo San Martino, letture cattoliche e libri originali scritti da don Bosco (Storia d’italia, Il giovane provveduto…), materiale vario sulla beatificazione di don Bosco (traslazione del suo corpo da Valsalice a Valdocco), sulla canonizzazione, fotografie originali del santo, Don Bosco e le passeggiate autunnali nel Monferrato, santini e cartoline, materiale vario su san Domenico Savio, tesi di laurea del curatore.

La mostra, realizzata in collaborazione con il Comune di Casale Monferrato, la Comunità Salesiana del Valentino, Mon.Do e l’associazione “La Chiave dell’Arte”, è stata resa possibile anche grazie a: Comunità Salesiana e delle Figlie di Maria Ausiliatrice di Casale Monferrato, FMA di Nizza Monferrato e di Lu, comunità di Mirabello, don Dante Caprioglio, don Piergiorgio Verri, Alfredo Castagnone, Matteo Camagna, Andrea Gerli, Gruppo ex allievi del Collegio di Borgo San Martino, Giorgio Mesturini, Andrea Cherchi.

Per tutta la durata della mostra, al bookshop, sarà possibile visionare i libri “I salesiani a Casale Monferrato e dintorni”, a cura di Giorgio Mesturini, e “Un missionario in canoa – La vita di Don Gervasio Fornara missionario salesiano nella foresta della Colombia”, scritto in collaborazione con la giornalista Veronica Iannotti. Saranno inoltre presenti e acquistabili cinque serie di cartoline ricordo dell’evento.

La mostra sarà visitabile gratuitamente venerdì, sabato e domenica dalle 10,00 alle 19,00 o tutti giorni su prenotazione.

Per quanto san Giovanni Bosco ha rappresentato rispetto all’esperienza educativa degli oratori, il curatore invita tutti i Centri Estivi della Diocesi che volessero visitare la mostra a contattarlo per accordi e visite guidate.

Info: 042444330 – chiosco@comune.casale-monferrato.al.it.

11 giugno 2015