polstrada - QNella giornata del 20 maggio scorso, la Polizia di Stato ha proceduto al fermo di p.g. di tre cittadini di nazionalità tunisina, rispettivamente J.M., classe 1976, B.M., classe 1973 e A.S., classe 1975, in quanto resisi responsabili del reato, in concorso,  di riciclaggio di motocicli.

Verso le ore 15,30 circa, sulla A26, in località Predosa (AL), gli agenti della Polizia di Stato della Sottosezione della Polizia Stradale di Ovada hanno sottoposto a controllo un autocarro Peugeot con targa francese, alla cui guida si trovava un cittadino di nazionalità tunisina, di anni 39, residente in Polonia, oltre ad altri due passeggeri, suoi connazionali, residenti in Francia.


Da approfonditi controlli, gli operatori della Polizia di Stato hanno accertato che uno dei due ciclomotori, rinvenuti all’interno del furgone, “Vespa Piaggio”, era provento di furto in Francia, in località Lione, mentre relativamente all’altro, “Mbk Ovetto”, sono ancora in corso accertamenti per stabilirne la provenienza.

I due motoveicoli sono stati sottoposti a sequestro ed i tre soggetti sottoposti a fermo e tradotti presso la Casa Circondariale “Don Soria” di Alessandria.

25 maggio 2015